Furti di grondaie di rame negli asili: due arresti

L'ultimo colpo all'asilo nido Leoni e' andato male a due giovani di 36 e 38 anni, arrestati ieri sera dai carabinieri a Scandiano

SCANDIANO (Reggio Emilia) – Facevano razzia di grondaie di rame, sradicate da asili, scuole, e altri edifici pubblici. Ma l’ultimo colpo e’ andato male a due giovani di 36 e 38 anni, arrestati ieri sera dai carabinieri a Scandiano. I ladri sono entrati in azione all’asilo nido “Leoni” per impossessarsi del cosiddetto “oro rosso”. Una segnalazione ha pero’ allertato i militari che, intervenuti, hanno fermato i ladri nonostante i loro tentativi di sfuggire alla cattura nascondendosi uno sotto il fogliame sul margine della strada e l’altro dietro il muro di cinta dell’asilo.

Schiaccianti le prove a carico dei due, a cui sono stati sequestrati alcune tronchesi e le grondaie gia’ smontate e posizionate nel cortile dell’edificio scolastico, pronte per essere prelevate. Ad essere presi di mira nei mesi scorsi, sempre a Scandiano, sono state altre tre scuole, la biblioteca comunale e la palazzina sede di associazioni sportive e di volontariato.

Da tempo i militari reggiani indagano sul fenomeno dei furti di rame, che in provincia sta assumendo dimensioni rilevanti. I ladri lo prelevano da aziende, cimiteri, edifici pubblici e tratte ferroviarie per poi rivenderlo a rottamai che lo acquistano anche a meno di 1 euro al chilo, quando il prezzo di mercato si aggira intorno agli 8 euro.