Droga, operazione Trexit: nuovo arresto a Reggio Emilia

In manette un nigeriano 36enne che era latitante dal 12 gennaio

REGGIO EMILIA – Un nuovo arresto e’ stato eseguito nella tarda serata di sabato dagli uomini della squadra Mobile di Reggio Emilia nell’ambito dell’operazione “Trexit”. Si tratta dell’inchiesta congiunta delle Procure di Reggio e Bologna che, partita nel 2017 e diretta contro tre organizzazioni di narcotrafficanti attive sull’asse della via Emilia, ha visto l’emissione sul fronte reggiano di nove misure cautelari.

Uno dei destinatari dei provvedimenti emessi il 12 gennaio scorso, un cittadino nigeriano di 36 anni, era riuscito a sottrarsi alla cattura rendendosi irreperibile, ma gli uomini della Polizia lo hanno rintracciato in viale Montegrappa (in citta’) e arrestato.

Ora si trova in carcere. L’indagato e’ gravemente indiziato di avere coordinato l’importazione a Reggio Emilia oltre 11 chili di marijuana, che furono sequestrati nel corso di un’operazione dell’ottobre 2017 alla stazione Mediopadana, in cui fini’ in manette il corriere della droga. Al nigeriano si contestano inoltre plurimi episodi di spaccio consumati sulle piazze reggiane.