Comer Industries, utile di 396 milioni nel 2020

L'azienda di Reggiolo ha chiuso l'anno con un risultato sostanzialmente uguale, nonostante la pandemia, rispetto all'anno precedente

Più informazioni su

REGGIOLO (Reggio Emilia) – Comer Industries S.p.A. ha chiuso il 2020 con un utile di 396 milioni di euro, in contrazione solo del -2% rispetto all’esercizio precedente, sottolineando peraltro che “a parità di valute rispetto al 2019, i ricavi 2020 si sarebbero attestati a circa 402 milioni di euro, riducendo a -0,6% il differenziale rispetto al 2019”.

Nonostante lo scenario macroeconomico globale compromesso dalla pandemia da Covid 19, Comer Industries ha dunque raggiunto risultati sostanzialmente allineati al 2019 a dispetto della forte contrazione registrata nel primo semestre 2020 (-13,2%), migliorando la marginalità a livello di Ebitda e confermando la capacità di generare flussi di cassa.

“Il 2020 si chiude per noi con risultati molto positivi – sottolinea Matteo Storchi, presidente e amministratore delegato di Comer Industries – che dimostrano la forza delle idee, dei valori e delle parole unita alla capacità di azione. Il nostro obiettivo è sempre stato quello di guidare il mercato, e non di seguirlo. In questa prospettiva, è fondamentale innovare e migliorarsi continuamente cogliendo tutte le opportunità che si presenteranno”.

La posizione finanziaria netta (inclusiva dell’impatto IFRS 16) presenta un saldo positivo superiore a 3 milioni di euro, in miglioramento di circa 32 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2019. Il saldo al 31 dicembre 2020 include circa 27 milioni di euro di liquidità netta e circa 24 milioni di euro di debiti finanziari derivanti dal trattamento contabile dei contratti di leasing secondo IFRS 16.

Più informazioni su