Cerca MacBook su internet e viene truffato

Un 19enne reggiano è stato raggirato da un 40enne modenese che ha incassato 170 euro e non gli ha mai spedito il computer

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Analizza le inserzioni sui siti di annunci e, quando trova quella che fa al suo caso, colpisce in maniera chirurgica truffando la malcapitata vittima. In questo modo ha raggirato un 19enne reggiano appassionato di informatica che ha avuto l’unica colpa di aver pubblicato un annuncio sul sito www.subito.it dove, in sintesi, cercava un MacBook non funzionante con l’intento di smontarlo e ripararlo.

Un’occasione ghiotta per il 40enne truffatore seriale modenese che ha contattato l’inserzionista riferendo di aver in disponibilità il materiale informatico che cercava. Una volta accordatisi per il prezzo fissato in 170 euro, il malcapitato 19enne, come convenuto, ha effettuato il bonifico dell’intero importo sulle coordinate bancarie fornitegli dal truffatore. Non vedendo arrivare il computer il 19enne ha cercato a contattare il venditore e ha scoperto di essere stato bloccato su WhatsApp su cui aveva intavolato la compravendita.

Quando ha capito di essere rimasto vittima di un raggiro il giovane si è presentato ai carabinieri della stazione di via Adua e ha sporto denuncia. Dopo una serie di riscontri tra il conto bancario dove erano confluiti i soldi e l’utenza telefonica attraverso la quale correvano le trattative, i militari sono risaliti all’odierno indagato che è stato denunciato per truffa. Con le stesse modalità l’uomo ha compiuto in tutta Italia decine e decine di truffe tanto da essere recensito anche nel web. Lui, imperterrito, ha continuato a truffare le persone.

Più informazioni su