Reggiana in crisi, i granata perdono 3-0 anche a Pordenone

Due gol nel primo e uno nel secondo per i friuliani. Espulso Cerofolini: i granata costretti a mettere in porta Mazzocchi dato che erano finiti i cambi

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – I granata inanellano la quarta sconfitta in cinque partite a Pordenone e, seppur con una partita in meno (ma l’avversario da affrontare sarà il Cittadella attualmente quinto in classifica con due partite in meno rispetto agli avversari), si trovano ora al quartultimo posto in classifica in compagnia di Cosenza e Cremonese.

A causa delle sostituzioni terminate, i granata, dopo l’espulsione di Cerofolini, si sono ritrovati addirittura Mazzocchi in porta nei dieci minuti finali. Occhi puntati ora a lunedì 4 gennaio a Reggio, alle 18, contro il Pescara che ha due punti in meno: una partita che non si può certamente sbagliare se non si vuole sprofondare ulteriormente nelle parti basse della classifica.

Primo tempo
I granata non partono bene e subiscono il pressing alto dei friulani. Prima occasione per Scavone: colpo di testa con Cerofolini respinge come può. Qualche istante dopo Mallamo va sulla fascia e fa partire un tiro-cross dove Scavone non arriva per pochissimo sul secondo palo. Al 21′ il vantaggio dei padroni di casa: prima Cerofolini dice ancora una volta di no a Zammarini, imbeccato alla perfezione da Diaw. Poi l’azione continua con Mallamo va sulla destra e serve Diaw che calcia potente e questa volta il portiere granata non può nulla.

I neroverdi continuano a pressare con Ciurria che al 42′ si fa tutta la metà campo e va con il destro, parata di Cerofolini ma Zammarini è ben appostato per il tap-in che vale il raddoppio. La Reggiana reagisce alla fine del primo tempo con Kargbo che tira in porta con la palla che esce di un soffio. Poi di nuovo Perisan è decisivo sul piattone del giocatore della Sierra Leone che si vede di nuovo negare la gioia del gol.

Secondo tempo
Nella ripresa il Pordenone chiude definitivamente i conti: gran gol di Ciurria al 7′ che si libera di Varone e lascia partire un vero e proprio missile che colpisce la traversa interna su cui Cerofolini non può fare nulla. Sul 3-0 la partita non ha più nulla da dire. Al 35′ la squadra di Alvini resta anche in 10 per l’espulsione di Cerofolini che ferma Diaw lanciato a rete. La Reggiana, che ha finito i cambi, mette l’attaccante Mazzocchi in porta.

Tabellino

Pordenone-Reggiana 3-0

Pordenone (4-3-1-2): Perisan; Vogliacco, Barison, Bassoli (37’st Camporese), Falasco; Zammarini (20’st Misuraca), Pasa, Scavone (29’st Rossetti); Mallamo (20’st Berra); Ciurria, Diaw (37’st Musiolik). A disp.: Bindi, Passador, Calò, Banse, Foschiani, Butic, Chrzanowski. All.: Tesser

Reggiana (3-5-1-1): Cerofolini; Gyamfi, Gatti, Costa; Libutti (17’st Cambiaghi), Varone (23’st Voltan), Pezzella, Muratore (1’st Mazzocchi), Zampano (17’st Lunetta); Radrezza; Kargbo (34’st Zamparo). A disp.: Voltolini, Venturi, Germoni, Martinelli, Kirwan, Marchi. All.: Alvini

Arbitro: Massimi di Termoli (Cipressa e Di Monte; quarto uomo Amabile)

Reti: Diaw (P) al 21’, Zammarini (P) al 42’, Ciurria (P) al 7’st.

Note: ammoniti Kargbo, Zammarini, Bassoli e Falasco. Espulsi al 27’st il collaboratore Francesco Bonacci (R) per proteste, e al 37’st Cerofolini (R) per fallo su chiara occasione da rete. Angoli: 3-0. Recuperi: 1’ e 0’ .

 

Più informazioni su