Quantcast

Il saluto dei commercialisti reggiani a Giuseppe Leoni

E' morto all'età di 90 anni. Presidente dell’Ordine provinciale dei Commercialisti dal 1979 al 1991, ricoprì fino al 2000 l’incarico di presidente onorario

REGGIO EMILIA – Nei giorni scorsi a Reggio Emilia è mancato all’affetto dei suoi cari oltre che alla famiglia dei Commercialisti reggiani, Giuseppe Leoni, figura di primo piano della professione, tra i pionieri dell’Ordine dei dottori Commercialisti della città. Iscritto sin dal 1960, ha lavorato fino all’ultimo periodo, e proprio all’inizio di quest’anno festeggiò il traguardo dei 60 anni di professione. Presidente dell’Ordine provinciale dei Commercialisti dal 1979 al 1991, ricoprì fino al 2000 l’incarico di presidente onorario.

Vero portabandiera dei professionisti reggiani, Leoni classe 1930, dal suo studio assistette e partecipò alla trasformazione del paese sin dagli anni del boom e poi con la nascita dei distretti industriali del nostro territorio. Tra le operazioni condotte da Leoni va certamente ricordata l’importante attività professionale su operazioni di rilievo riguardanti la Cassa di Risparmio di Reggio, incarico affidatogli nel 1991 in vista della nascita della nuova società per azioni con la possibilità di ingresso di capitale privato come prevedeva la legge Amato del 1990.

Etica, preparazione, serietà, modestia e disponibilità verso gli altri rappresentano la sintesi di questa figura sia per l’aspetto professionale che per il profilo umano. L’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti contabili di Reggio Emilia ricorda Leoni con queste parole: “La sua attività professionale è stata caratterizzata da una importante preparazione tecnica abbinata ad una profonda cultura generale. La particolare predilezione per il campo tributario, dove ha raggiunto livelli di assoluta eccellenza e di notorietà, non gli hanno impedito di dedicarsi, con altrettanta capacità e competenza, alle altre attività tipiche del Dottore Commercialista.

Esempio e guida per numerosi colleghi più giovani, Giuseppe Leoni è stato sempre disponibile nel fornire consigli e pareri importanti per lo sviluppo professionale, dimostrandosi sempre aperto e mai supponente. Leoni aveva un carattere allegro e cordiale che gli ha permesso di sviluppare rapporti di amicizia solidi con i colleghi e con le persone che conosceva e frequentava. Le condoglianze dell’Ordine reggiano e di tutti i commercialisti appartenenti vanno alla moglie Betti e ai figli Barbara, Roberto, Mattia, alla nipote Matilde ed ai suoi colleghi di studio”.