Casa, oltre mille famiglie in attesa di un alloggio Erp

Il Comune ne ripristina 125 vuoti: nel 2021 pronti 200 appartamenti

REGGIO EMILIA – Sono oltre 1.000 le famiglie reggiane in attesa di una casa popolare e, nei prossimi mesi, la crisi economica generata dal covid potrebbe far aumentare il numero degli sfratti. Per questo il Comune di Reggio Emilia ha dato il via insieme ad Acer ad un piano straordinario di ripristino degli appartamenti di edilizia residenziale pubblica vuoti, che prevede tre milioni di investimenti nei prossimi due anni.

Con la prima tranche del progetto, approvata in questi giorni, verrano rimessi a nuovo 125 alloggi oggi non abitati. Gli interventi riguarderanno la sostituzione di serramenti e, soprattutto, l’installazione di sistemi piu’ moderni di contabilizzazione del calore. A questi 125 alloggi si aggiungono i 28 gia’ in fase ripristino grazie a fondi regionali, 40 nuovi in fase di completamento in via Compagnoni e gli alloggi ripristinati in via ordinaria da Acer, per un totale di piu’ di 200 nuove case popolari a disposizione l’anno prossimo.

“Il nostro obiettivo dichiarato e’ azzerare gli alloggi pubblici vuoti in citta’ e con questo atto compiamo un passo fondamentale in questa direzione”, commenta l’assessore alla Casa, Lanfranco de Franco. “Nel 2021- aggiunge – avremo a disposizione complessivamente piu’ di 200 nuovi appartamenti, quasi il 10% del totale di quelli oggi dedicati ad Erp”. Per l’esponente della giunta “l’aumento della dotazione di alloggi popolari e’ un passaggio decisivo, che permette di far scorrere le graduatorie e dare serenita’ alle persone che oggi sono in forte disagio abitativo. Il diritto alla casa e’ fondamentale per dare prospettive di riscatto a molte famiglie in difficolta’, con un pensiero particolare per i tanti bambini che hanno diritto a spazi piu’ confortevoli nei quali crescere, studiare e giocare”.