Quantcast

Sindacati a istituzioni: “Serve un patto per il territorio”

Cgil, Cisl e Uil: "Registriamo malessere e sfiducia diffusi"

REGGIO EMILIA – Un patto sociale e per il lavoro per Reggio Emilia. E’ la proposta avanzata da Cgil-Cisl-Uil a sindaco e presidente della Provincia, in una lettera aperta inviata oggi.

Con la seconda ondata della pandemia che imperversa, scrivono le parti sociali, “non possiamo piu’ limitarci a realizzare tante e diverse singole iniziative e accordi su specifici temi che interessano la nostra citta’, per quanto importanti e meritevoli. Ma dobbiamo provare a ricondurre il tutto ad un luogo ed un momento dove ogni soggetto istituzionale e sociale condivide alcuni punti qualificanti per la tenuta e la resistenza dell’oggi e soprattutto per la rinascita e la ripartenza di domani”.

Attraverso le migliaia di “sensori” che il sindacato ha sul territorio (con delegati, operatori e attivisti sindacali, servizi nelle sedi, iscritti, lavoratori e pensionati) “registriamo un malessere e una sfiducia diffusi e radicati, un’enorme difficolta’ da parte delle persone a percepire un orizzonte di miglioramento nel futuro”, sottolineano i sindacati. Per questo “come corpi sociali, insieme alle associazioni e istituzioni del territorio, potremmo davvero dare, con un patto territoriale, un importante segnale di costruzione di un futuro migliore per tutti”, concludono.