Quantcast

Piantagione di marijuana nel bosco: calabrese denunciato foto

I carabinieri di San Polo hanno sequestrato mezzo quintale di droga

SAN POLO (Reggio Emilia) – Nel bosco i carabinieri trovano piantagione di marijuana: nei guai il contadino. Coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti l’accusa mossa dai carabinieri di San Polo a un 50enne calabrese. E’ stato incastrato dalle foto trappole e dalla paziente attesa dei carabinieri che hanno sequestrato mezzo quintale di droga.

La scoperta della piantagione era avvenuta alla fine del mese di agosto quando i carabinieri di San Polo, nel corso di un servizio di controllo del territorio avevano individuato, in una zona impervia della collina sampolese, una piantagione composta da 76 piante di marijuana, nascoste nel fitto del bosco ove erano state sapientemente ricavate delle radure. Per oltre un mese i carabinieri avevano effettuato mirati servizi di appostamento e osservazione della piantagione, servendosi anche di foto-trappole.

Nel corso di questi appostamenti avevano visto un uomo che, in più occasioni, era stato immortalato mentre coltivava la piantagione che era perfino dotata di impianto di irrigazione goccia a goccia. Alla fine del mese di settembre i carabinieri hanno sequestrato le piante di marijuana per un peso complessivo di circa mezzo quintale. Avevano un principio attivo di Thc pari a circa 8.000 dosi medie. Nel corso delle indagini i carabinieri sono risaliti a un calabrese 50enne residente a Reggio Emilia.

Era lui l’uomo immortalato all’interno della piantagione dalle foto trappole.