Nonostante il Covid il Natale in città sarà una festa di luci

Al via posa e addobbi luminarie, ma anche invito alla responsabilità

REGGIO EMILIA – Se “al buio” per le incognite legate all’evoluzione della pandemia e all’eventuale introduzione di nuove restrizioni, il Natale a Reggio Emilia sara’ pero’ fisicamente molto luminoso. Lo promette il Comune che, pur dovendo rinunciare alle tradizionali attivita’ che animavano il centro storico (come la pista di pattinaggio sul ghiaccio in piazza della Vittoria), ha potenziato luminarie e addobbi urbani per ricreare un clima il piu’ possibile di festa e sostenere il commercio locale.

L’invito a supportare i negozi di vicinato e’ infatti uno degli obiettivi della campagna di comunicazione “Il Natale e’ nelle nostre mani”, che nello stesso tempo richiama alla responsabilita’ i cittadini per scongiurare un peggioramento della situazione sanitaria.
“Questo Natale e’ diverso e piu’ importante e per molte ragioni restera’ nella storia della citta’”, evidenzia il sindaco Luca Vecchi.

Ma “molto dipendera’ da chi lo vive e come lo vive, cercando intanto un po’ di pace, o almeno una tregua, e recuperando i significati di unita’ e responsabilita’, che hanno contraddistinto la comunita’ reggiana nella prima ondata pandemica”. Con “le limitazioni anti-Covid- aggiunge il sindaco- serve fare i conti. Liberi tutti ora, puo’ significare tutti schiavi domani. Anche la liberta’, e la speranza di ritrovarla concretamente quanto prima, e’ nelle nostre mani”.

In dettaglio le operazioni di allestimento natalizio iniziano oggi, con il ritorno in piazza Prampolini dell’abete “Camillo”, che sara’ acceso ufficialmente il 23 novembre. Si tratta, viene evidenziato di un albero di Natale “sostenibile”: una pianta vera e viva, cioe’ naturale e conservabile per le prossime edizioni o per essere messa a dimora.

Una composizione di alberi realizzata nel laboratorio di falegnameria del carcere sara’ poi accesa il 5 dicembre in piazza della Vittoria, mentre sotto l’isolato San Rocco, lo stesso giorno, verra’ realizzato un albero di luce alto oltre quattro metri. Luminarie brilleranno lungo la via Emilia, in via Roma e in corso Garibaldi e altre strade del centro storico, oltre che in quelle dove i commercianti si sono organizzati come via Guido da Castello e via Panciroli. Novita’ di questa edizione e’ poi l’illuminazione della storica Torre civica, con proiezioni e giochi di luce, e della Torre del palazzo del Monte.

Altre installazioni con giochi di luce, interessano infine piazza Gioberti (con una grande stella) e piazza dei Martiri e della Vittoria con, rispettivamente, l’insegna “I love RE” e un grande cappello luminoso di Babbo Natale, nei pressi del quale i bambini potranno imbucare le loro letterine.

La manifestazione e’ organizzata dal Tavolo unico di coordinamento del Commercio (Tucc), composto da Comune, Camera di Commercio, Cna, Confcommercio, Confesercenti, Lapam Confartigianato con il supporto dell’agenzia Kaiti expansion. Main sponsor Iren, affiancata da City Green Light, Conad, Croce Verde Reggio Emilia, Studio Tre, Autostile, Reggiana Gourmet, Autofficina Corradini, Reale Mutua Assicurazioni e, per la prima volta, Fondazione Manodori. Sponsor tecnici: Axente Luminarie, Pro Music e Stampatre. Maria Francesca Sidoli, assessore comunale al Commercio, sottolinea l’importanza di aiutare i negozi di vicinato, che sono “un presidio sociale e la cui chiusura impatta non solo sulla vita personale dei titolari, ma sulla citta’ nel suo complesso”. Il Comune conferma per fine mese una proposta di ristoro alle attivita’ seppure “non risolutiva”.