Quantcast

Multe a negozi per violazione norme Covid, Forza Italia: “Troppo zelo”

Gli Azzurri: "Il prefetto vigili su scrupolosità della polizia locale"

REGGIO EMILIA – Forza Italia chiede al prefetto di vigilare sulla corretta applicazione delle norme anticontagio da parte della Polizia locale, evitando “eccessi di zelo” da parte degli agenti. E’ il nuovo capitolo della querelle iniziata nei giorni scorsi dopo che sette tra bar e negozi del centro storico sono stati sanzionati e chiusi per cinque giorni dagli agenti della “municipale” e il comandante, Stefano Poma, ha querelato 37 persone che su Facebook hanno contestato con toni offensivi i provvedimenti.

Il partito degli azzurri si schiera invece con gli esercenti, ribadendo che “le minacce di azioni legali da parte della Polizia municipale e del sindaco Vecchi contro quanti si oppongono a questo clima di ‘Polizia’ sono l’emblema dello scollamento di questa giunta e della maggioranza di centrosinistra che la sostiene, dalle persone le quali in questo periodo di difficolta’ meritano rispetto e comprensione”.

Il “crescente disagio sociale – sottolinea Forza Italia – non puo’ trovare risposta in repressioni e sanzioni ma in un clima di unita’ d’intenti al fine di combattere uniti contro il diffondersi dei contagi”. A Reggio invece, “nel giusto intento di far rispettare le disposizioni anticontagio si sono scambiati gli esercenti per pericolosi untori da colpire anche in assenza di un’oggettiva responsabilita’ verso i comportamenti dei clienti”.

Intanto oggi ci sono volute tre pattuglie della Polizia locale per calmare un giovane che, sorpreso senza mascherina, ha dato in escandescenze e ha tentato la fuga. Si tratta di un 21enne residente in provincia, gia’ noto alla giustizia, denunciato per oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale e sanzionato per il mancato utilizzo della mascherina.