Fatture false, via al maxi processo Octopus

Oggi l'udienza preliminare: giudizio abbreviato per il giornalista reggiano Nicola Fangareggi

REGGIO EMILIA – L’udienza preliminare si e’ svolta oggi ma e’ fissato il prossimo 22 febbraio, l’inizio del dibattimento del processo “Octopus” di Reggio Emilia. Si tratta del procedimento legato all’inchiesta avviata nel 2014 dalla Procura reggiana su un maxi giro di fatture false finalizzato alla frode fiscale, che avrebbe consentito di evadere imposte per 33 milioni. Nell’estate di quasi sette anni fa furono arrestate 12 persone.

Oggi gli indagati sono 70 a cui sono contestati una sfilza di reati finanziari tra cui riciclaggio e usura. Alcuni di questi, come il costruttore cutrese Antonio Silipo, l’ex patron della Reggiana Gourmet Mirco Salsi, il giornalista reggiano Marco Gibertini e gli imprenditori Giuliano Debbi e Omar Costi, sono stati coinvolti anche nel maxi processo Aemilia contro la ‘ndrangheta. Incriminato anche un altro giornalista di Reggio, Nicola Fangareggi, l’unico per cui il Gip ha accettato oggi la richiesta di essere giudicato con rito abbreviato (fonte Dire).