Donne, opera d’arte contro violenze: polemica dei Civici

La Rubertelli contesta l'incarico da 14mila euro all'artista Elena Mazzi

REGGIO EMILIA – E’ polemica a Reggio Emilia per l’incarico da 14.000 euro assegnato dal Comune all’artista Elena Mazzi, che realizzera’ un’opera da collocare in modo permanente in una piazza della citta’ sul tema del contrasto alla violenza di genere. A segnalare l’affidamento e’ Cinzia Rubertelli, capogruppo di Alleanza civica in sala del Tricolore, che commenta: “Ritengo sia una decisione non condivisibile. Servono ben altre azioni nella lotta contro la violenza alle donne. Questo e’ un vero e proprio sperpero di risorse pubbliche”. Rubertelli e’ tra l’altro firmataria di una mozione approvata in Consiglio comunale in seguito alla quale, nei giorni scorsi, e’ stato intitolato un giardino a Jessica Filianti, vittima reggiana di femminicidio, uccisa a 16 anni nel 1996.