Quantcast

Coronavirus, sindaco a minoranze: “Contro Covid la città sia unita”

Appello di Vecchi in consiglio comunale: "Rischiamo lo scenario di marzo"

REGGIO EMILIA – Un appello alle forze politiche di opposizione per “l’unita’ della citta’” di fronte alla pandemia. Lo lancia il sindaco di Reggio Emilia Luca Vecchi, proponendo oggi in Consiglio comunale di potenziare il ruolo della commissione speciale “Coronavirus” (presieduta dalla consigliera Palmina Perri della lista ‘Reggio e”) in direzione di “una cabina di regia collegiale” delle azioni di contrasto al covid.

La progressione dei contagi delle ultime tre-quattro settimane, dice il sindaco, “ci potrebbe portare ad uno scenario che, dal punto di vista dell’organizzazione sanitaria provinciale, potrebbe non essere molto differente da quello di marzo”. Ecco perche’, “nonostante io continui a percepire l’autorevolezza e la solidita’ della nostra sanita’, trovo legittimo avere il giusto grado di preoccupazione per uno scenario delle prossime settimane che non giudico ottimistico”.

Quindi, in relazione al nuovo Dpcm del Governo atteso in queste ore, il sindaco di Reggio dice: “Credo che tutto cio’ che vada nella direzione di un ripiegamento della curva del virus, sia fondamentale”. Tornando a rivolgersi ai gruppi di minoranza in sala del Tricolore, Vecchi aggiunge: “Il nostro impegno e’ il nostro approccio sara’ molto istituzionale e orientato non a cercare visibilita’ di natura politica, ma a cercare l’unita’ della citta’”.

Perche’, ribadisce il primo cittadino, “una citta’ piu’ collaborativa e meno conflittuale affronta meglio una situazione come questa”. Mentre va in scena il Consiglio comunale, nella piazza davanti al municipio protestano i gestori delle palestre, che Vecchi annuncia incontrera’ (come fatto anche con commercianti e ristoratori). “Con poche eccezioni – commenta il sindaco – va dato atto che i cittadini qui manifestano in modo civile e diverso da altre citta’”.

I dati dei contagi di oggi, anticipati dal sindaco vedono intanto 260 nuovi casi positivi di cui 161 sintomatici e 99 no. I pazienti in isolamento sono 245, 15 quelli ricoverati in terapia non intensiva. In numeri assoluti le persone ricoverate (il 5%) dei positivi sono 217, di cui 8 in terapia intensiva. L’Ausl reggiana e’ arrivata a processare anche 2000 tamponi al giorno.