Bilancio, è scontro sul fondo contenziosi

E' stato aumentato da 2,6 milioni a poco piu' di 4. Le opposizioni all'attacco: "Aumento per cause perse toglie fondi alla lotta al Covid"

REGGIO EMILIA – Sulle cause pendenti del Comune di Reggio Emilia (16 di cui 13 considerate a rischio) e il fondo per i contenziosi legali dell’ente (aumentato oggi nell’ultima variazione di bilancio da 2,6 milioni a poco piu’ di quattro) volano scintille in sala del Tricolore. Le risorse stanziate, attacca oggi Cinzia Rubertelli di Alleanza civica e con lei anche Forza Italia, Lega e M5s, “non c’entrano nulla col covid e, anzi, vanno a limitare la possibilita’ di dare risposte all’emergenza della citta’. Se poi il Comune perde le cause qualcosa credo politicamente che tocchi”.

A giustificare l’incremento del fondo, che la scorsa primavera uno dei revisori del Comune aveva giudicato insufficiente senza ratificarlo, sono nello specifico due sentenze di primo grado che saranno appellate: una impone un risarcimento di una ventina di migliaia di euro ad un dipendente demansionato, ma la seconda e’ piu’ onerosa. Vale infatti 1,6 milioni da versare a Lcc Costruzioni per lavori eseguiti nella riqualificazione del quartiere Compagnoni-Fenulli. Sullo sfondo ci sono infine almeno altre due richieste pesanti.

Una e’ quella di Apcoa, la multinazionale che gestiva il parcheggio dell’ex Caserma Zucchi fino all’estromissione decisa dal Comune il 31 dicembre 2014, che ha chiesto un risarcimento di 2,9 milioni di euro. Recentemente, il Consiglio di Stato, ribaltando la sentenza del Tar, ha dato ragione ad Apcoa nel lungo contenzioso con l’amministrazione, che avrebbe agito con “eccesso di potere” in una lite tra privati.

La Azzurra Costruzioni di Salvatore Salerno vuole invece oltre 7,5 milioni dopo la cancellazione dell’edificabilita’ di aree di sua proprieta’. L’assessore al Bilancio Daniele Marchi ha sottolineato che la costituzione del fondo ha vincoli precisi e ha difeso le scelte politiche per cui le cause vengono intentate. “Contro la cementificazione siamo ben felici di difenderci in tribunale”. La variazione di bilancio e l’assestamento del 2020 sono stati alla fine approvati con 19 voti favorevoli da parte dei consiglieri di maggioranza e 10 contrari dell’opposizione.