Via Luxemburg, riapre il cantiere del nuovo Conad: affidato a Stb

L'azienda con sede a Montecchio è stata incaricata di completare la realizzazione del nuovo supermercato che dovrebbe essere pronto nel 2022

REGGIO EMILIA – E’ la “Stb Progetto Innovazione srl” con sede Montecchio, la societa’ incaricata da Conad di completare la realizzazione del nuovo supermercato in via Luxemburg a Reggio Emilia. I lavori nel cantiere sono ripresi in questi giorni, ma il punto vendita sconta circa un anno di ritardo, che ne consentira’ l’apertura non prima della primavera del 2022. In particolare l’opera si e’ bloccata dopo essere stata coinvolta nei primi mesi del 2020 nel fallimento di Sicrea Group che ne stava curando la realizzazione.

Dopo l’accordo bonario raggiunto con Sicrea (ora in liquidazione), Conad e’ ritornata in possesso del cantiere, affidandone la gestione appunto a Stb. Il nuovo maxi punto vendita, negli anni scorsi duramente contestato dagli ambientalisti reggiani per l’impatto sulla zona di un complesso cosi’ rilevante, sorgera’ su una superficie di circa 29.000 quadrati (l’edificio commerciale vero e proprio sara’ di 3.500 metri quadrati) e prevede un investimento di oltre 20 milioni da parte della catena della grande distribuzione.

Il progetto prevede anche una serie di interventi sulla viabilita’ della zona e un parcheggio scambiatore da da 230 posti. Riparte invece dal via il cosiddetto stralcio “Ans2-2B”, sempre connesso al progetto del supermercato, che riguardava pero’ la realizzazione di circa 10.000 metri quadri di edilizia residenziale nella vicina area di San Pellegrino. Tuttavia, essendo scaduti i permessi edificatori (il cui iter avrebbe dovuto perfezionarsi nei cinque anni di vigenza del piano operativo comunale, il Poc) per il Comune “l’area torna ad essere potenzialmente urbanizzabile secondo il piano strutturale comunale (Psc)”.