Vede posto di blocco e offende i carabinieri: denunciato

Costa cara la “goliardata” di un giovane reggiano denunciato dai militari di Quattro Castella per oltraggio a pubblico ufficiale

QUATTRO CASTELLA (Reggio Emilia) – Un ventenne reggiano è stato denunciato per oltraggio a pubblico ufficiale dai carabinieri. Ieri sera, in via Turati a Quattro Castella, una pattuglia dei carabinieri del paese era impegnata in un posto di blocco per garantire la sicurezza stradale. Nella corsia opposta è passata una Fiat Seicento con tre ragazzi a bordo. Durante il passaggio uno dei tre, dopo aver abbassato il finestrino, ha urlato contro i militari: “carabinieri infami”, “carabinieri pezzi di m…”.

I militari, proprio perché fuori dall’auto di servizio, non sono riusciti a inseguire l’auto che si è allontanata, ma sono riusciti a rilevare il numero di targa. L’auto, una Fiat Seicento intestata a una donna del paese, non era rubata. I carabinieri, tuttavia, non sono dovuti andare a casa della proprietaria per risalire all’autore delle offese, perché, durante il servizio la pattuglia, passando nei pressi di un esercizio pubblico del paese, ha visto l’auto parcheggiata negli appositi spazi davanti al locale.

Durante i controlli sono stati avvicinati da un ragazzo che aveva in uso l’auto e da un suo amico. Dopo le procedure di identificazione i due, incalzati dai carabinieri, si sono detti estranei alle urla oltraggiose rivolte a loro ammettendo, non potendo peraltro negare le evidenze, che erano state urlate da un loro amico che era a bordo della macchina quando è passata in via Turati. Quest’ultimo, un 20enne del paese è stato denunciato per oltraggio a pubblico ufficiale.