Sanità, Coraggiosa: “Qual è il futuro dell’ospedale di Scandiano?”

I consiglieri regionali Amico e Taruffi chiedono informazioni sulla tempistica di ritorno alla normalità del nosocomio reggiano, trasformato in struttura per affetti da coronavirus

SCANDIANO (Reggio Emilia) – Qual è il futuro dell’Ospedale di Scandiano? A chiedere alla Regione di fare chiarezza sul futuro della struttura sanitaria del comune in provincia di Reggio Emilia sono i consiglieri di ER-Coraggiosa Federico Alessandro Amico (primo firmatario) e Igor Taruffi che, in un’interrogazione, ripercorrono le ultime trasformazioni dell’ospedale, divenuto una struttura per affetti da Coronavirus, con conseguenti effetti sull’attività ordinaria, specie per le attività chirurgiche e il punto nascite.

Con l’atto ispettivo, Amico e Taruffi chiedono “se la Regione abbia in previsione interventi di adeguamento e potenziamento della struttura ospedaliera di Scandiano e con quali tempistiche; quali siano i tempi previsti per la riapertura del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Scandiano e del Punto Nascite e quali azioni siano state adottate per sopperire alla carenza di personale medico di Anestesia e Rianimazione nei nosocomi della provincia di Reggio Emilia”.