Provincia, venduto Palazzo Palazzi Trivelli per 2.3 milioni

Le risorse saranno destinate alla manutenzione di mille chilometri di strade

REGGIO EMILIA – La Provincia di Reggio Emilia ha venduto Palazzo Palazzi Trivelli, fino a un paio d’anni fa sede di parte dei propri uffici, incassando altri 2,3 milioni di euro da destinare alla manutenzione dei circa mille chilometri di rete stradale di propria competenza. Il rogito e’ stato firmato nei giorni scorsi dal dirigente del Servizio Infrastrutture della Provincia, Valerio Bussei, e dal conte Vittorio Palazzi Trivelli, a conclusione di una lunga trattativa entrata nel vivo nel 2018, dopo un paio di aste andate deserte ed un ribasso (da 2,582 a 2,3 milioni) tra la prima e la seconda.

“Continua dunque con successo il piano di alienazione del patrimonio immobiliare della Provincia, divenuto la principale fonte alternativa di finanziamento per un ente che, e’ bene ricordare, non incamera proventi attraverso le tasse, se non per una percentuale marginale dell’Rc-auto e delle imposte di trascrizione”, sottolinea il presidente Giorgio Zanni.

Nel momento in cui, negli anni scorsi, a seguito dei tagli imposti con la spending review “sono drasticamente calati i trasferimenti da parte dello Stato alle Province, e’ stato fondamentale – dice Zanni – mettere in vendita tutta una serie di proprieta’ non piu’ strategiche per l’ente, a seguito della riduzione delle nostre competenze oggi fondamentalmente incentrate sulla manutenzione, e dunque la sicurezza, di tutte le scuole superiori e di una rete stradale di circa mille chilometri e oltre 630 ponti”. Ai cinque milioni di “tesoretto” incamerato negli ultimi anni attraverso la vendita dei magazzini ex Car in via Lombroso, della caserma dei Carabinieri di corso Cairoli, del caseificio Zanelli, di una casa cantoniera di Brescello e di qualche appezzamento, si aggiungono dunque, ora, i 2,3 milioni di Palazzo Palazzi Trivelli.

Accantonato il 10%, come prevede la legge, per la riduzione del debito, tutti i due milioni e 70.000 euro della vendita di Palazzo Palazzi Trivelli saranno destinati al potenziamento e alla messa in sicurezza della rete stradale provinciale. “Mezzo milione sara’ riservato alla prima di quattro tranche del Progetto montagna, che contiamo di destinare ogni anno da qui al 2023 a favore della viabilita’ nel territorio appenninico, particolarmente penalizzato dagli eventi meteo estremi di queste ultime stagioni”, spiega Zanni sottolineando come “con questi primi 500.000 euro interverremo sulla Sp 7 e sulla Sp 107 Fondovalle Tresinaro, in particolare in comune di Baiso”.

Altri 312.500 euro saranno destinati a interventi di messa in sicurezza di varie strade provinciali, mentre col restante un milione e 257.500 euro saranno finanziati sette cantieri, tra cui il primo lotto della rifunzionalizzazione del tracciato della Sp 513 tra Canossa e Vetto (300.000 euro), la messa in sicurezza dell’incrocio tra la Sp 62R e via Chiesa a Brescello (200.000), la realizzazione di una rotatoria tra la Sp 37 e via Castellana ad Albinea (195.000) ed il primo stralcio del collegamento tra la Variante di Barco e quella di Bibbiano (117.500).

“Tutti questi interventi saranno cofinanziati dai rispettivi Comuni e dalla Regione per quanto riguarda la Sp 513, che stanzieranno la nostra stessa cifra raddoppiando di fatto le risorse a disposizione, a conferma della positiva sinergia tra enti locali a favore dello sviluppo infrastrutturale del nostro territorio”, aggiunge il presidente Zanni.