Piazza Prampolini, la protesta delle palestre reggiane

Oltre duecento persone hanno protestato ieri sera contro il Dpcm del governo. Stasera tocca ai ristoratori responsabili in piazza Fontanesi

REGGIO EMILIA – Oltre 200 persone hanno partecipato ieri sera, in piazza Prampolini, alla manifestazione promossa dalle attività definite dal governo “non essenziali”: centri fitness, yoga, pilates, piscine. Presenti anche i rappresentanti dei locali da ballo. Sono stati allontanati dalla polizia i contestatori più agitati di mercoledì sera che hanno cercato di inserirsi. Una protesta pacifica con cartelli e musica durante la quale è stata cantato anche l’inno nazionale (video Giuseppe Bucaria).

Questa sera, invece, i ristoratori responsabili organizzeranno flash-mob in piazza Fontanesi e poi saranno ricevuti dal sindaco Luca Vecchi. Dalle 19 alle 20.30 allestiranno le distese, ovviamente senza servizio, come prima delle nuove restrizioni.

Imprenditori e dipendenti si siederanno ai tavoli apparecchiati con i fogli delle “ricette”. I ristoratori proporranno loro le istruzioni per cucinare qualche piatto da gustare in famiglia, ma esporranno anche le loro proposte per ridurre i danni della chiusura parziale delle loro attività.