Non solo movida, il M5S lancia la cultura in strada

Progetto di rassegne di cinema e teatro in via Roma e nelle zone limitrofe dalla primavera all'autunno

Più informazioni su

REGGIO EMILIA – Trasformare piazza Popol Giost e altre aree urbane limitrofe a via Roma (porta Santa Croce i giardini pubblici, il parco Santa Maria e piazza Scapinelli) nel “cuore pulsante delle attivita’ culturali all’aperto di Reggio Emilia”, con eventi dalla primavera all’autunno. Lo propongono con una mozione al Consiglio gli eletti del Movimento 5 Stelle Gianni Bertucci, Paola Soragni, Fabrizio Aguzzoli e la parlamentare reggiana Maria Edera Spadoni.

Un progetto, spiegano i pentastellati, in embrione gia’ nel 2009, quando l’allora consigliere comunale del M5s Matteo Olivieri aveva proposto di organizzare rassegne teatrali e cinematografiche ed eventi ai giardini pubblici (nota piazza di spaccio tra i piu’ giovani) per aumentarne la sicurezza. Una strada suggerita poi anche dai comitati di via Roma durante la campagna elttorale del 2019. “Serve sicuramente operare su due piani: da una parte sui controlli di sicurezza costanti, ma non basta”, dicono i 5 stelle.

“Serve un piano pluriennale per svolgere attivita’ ricreative e sociali in quelle zone da recuperare. Un piano da costruire tutti insieme mettendo intorno ad un tavolo chi ha idee e proposte”. L’idea, in sostanza, e’ quella di un “polo della cultura” all’aperto, alternativo a quello della ‘movida’ che insiste nella zona di Piazza Fontanesi.

Tra le proposte c’e’ quella per piazza del Popol Giost (al centro oggi di una discussa riqualificazione) di una rassegna cinematografica dedicata ai film western di Giuliano Gemma, che da bambino abito’ proprio li’. Il Parco Santa Maria a fianco della Questura potrebbe invece diventare teatro in estate di concerti e presentazioni di libri.

I Giardini Pubblici dovrebbero “esplodere d’iniziative nel periodo primavera-estate (teatro all’aperto, teatro dei burattini creando un mini teatrino fisso)”, vivendo pero’ anche nei week end autunnali e natalizi. Iniziative culturali analoghe infine, anche in Piazza Scapinelli e Porta Santa Croce (alla fine di via Roma) area che “ha visto un crescendo di attivita’ e una buona riqualificazione”. E’ “tempo di muoversi – concludono i 5 stelle – perche’ la sicurezza va a braccetto con un territorio che si ravviva culturalmente facendo vivere i luoghi e avvantaggiando le attivita’ commerciali esistenti”.

Più informazioni su