Imprese, sicurezza e rilancio: nuovo bando della Camera di commercio

Pronti 200mila euro sotto forma di formazione e nuovi inserimenti lavorativi

REGGIO EMILIA – “Sicurezza in azienda e rilancio” oltre l’emergenza innescata dalla pandemia. In Camera di commercio a Reggio Emilia entra nel vivo il nuovo bando che mette a disposizione delle imprese locali 200.000 euro, sotto forma di formazione e nuovi inserimenti lavorativi.

Il bando, che riguarda le micro, piccole e medie imprese, prevede contributi verranno erogati per sostenere tirocini extracurriculari (di almeno tre mesi), contratti di apprendistato o assunzioni a tempo determinato e indeterminato. Il tutto, si legge, “con l’obiettivo di innovare” attraverso “smartworking, gestione della sicurezza nei luoghi di lavoro, introduzione di processi di e-commerce, nuove figure per l’innovazione” come “export manager e digital manager”.

Il sostegno all’inserimento di nuove competenze si incrocia, tra l’altro, con un’altra azione messa in atto dalla Camera di commercio reggiana con Alma Laurea: una tre giorni in cui le imprese potranno confrontarsi, via web, con giovani laureati corrispondenti ai profili professionali di proprio interesse. Nel bando c’e’ anche un’area “Formazione Lavoro”: qui i contributi sono destinati a sostenere la formazione in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro, la formazione allo smart working e quella relativa a nuove competenze strategiche post-emergenza (marketing digitale, nuovi canali commerciali online), cosi’ come la formazione per la certificazione di competenze digitali.

I contributi camerali (voucher) possono coprire fino al 50% delle spese sostenute e documentate dalle aziende dall’1 gennaio 2020 al 31 maggio 2021, con un limite massimo stabilito in 5.000 euro per la linea dedicata all’inserimento al lavoro e 3.000 per quella dedicata alla formazione (non c’e’ la cumulabilita’). In entrambi i casi e’ previsto un ‘premio’ di 250 euro per le aziende in possesso del rating di legalita’.