Delrio: “Governo in campo per testate Gedi, è un bene”

Il sottosegretario Martella assicura la "necessaria attenzione" e valuta una convocazione

REGGIO EMILIA – C’e’ l’impegno del sottosegretario all’editoria Andrea Martella “a mettere la massima attenzione sulla vicenda dei quotidiani locali del gruppo Gedi” ed e’ un “bene”, afferma il capogruppo Pd alla Camera Graziano Delrio. “Il Governo risponde alle preoccupazioni dei sindacati e dei lavoratori e alle sollecitazioni nostre a vigilare su una situazione che mette in gioco oltre che la sicurezza del lavoro per i dipendenti delle testate anche il pluralismo informativo e una forte tradizione di rapporto tra i giornali e il territorio”, evidenzia ancora Delrio.

Martella, ieri sera, al termine di una giornata di appelli da piu’ parti affinche’ il Governo intervenisse sulla cessione delle quattro testate del gruppo Gedi, ha assicurato che effettivamente “il Governo, nell’ambito delle proprie prerogative e competenze, sta seguendo con la dovuta e necessaria attenzione l’evoluzione della vicenda riguardante i quotidiani locali del Gruppo Gedi. Poiche’ si tratta di una trattativa tuttora in corso e’ oggetto di valutazione anche l’eventuale convocazione dei soggetti interessati.

Per il Governo, consapevole del valore delle testate e del loro radicamento territoriale, ad essere centrali sono la salvaguardia del pluralismo e la tutela del lavoro”. A Modena intanto il Pd interroga in Consiglio comunale il sindaco Gian Carlo Muzzarelli per avere notizie sull’andamento del percorso di vendita delle testate (Gazzetta di Modena, Gazzetta di Reggio Emilia, Nuova Ferrara e il Tirreno) e sulle “prospettive che vengono delineate per salvaguardare l’autonomia delle testate e la qualita’ dell’informazione”. La dem Ilaria Franchini pone all’accento anche su quali “garanzie occupazionali offre la nuova compagine editoriale, con attenzione ai redattori del giornale e ai collaboratori”.