Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Coronavirus, contagi stabili in Italia: 2.677 casi

Verso test obbligatori per Gb. Il totale dei guariti e dimessi sale a 234.099: 100mila tamponi e 28 vittime. Verso test obbligatorio anche per Belgio e Olanda: misura contenuta nel nuovo Dpcm del governo. Oms: "C'è speranza per un vaccino entro l'anno"

REGGIO EMILIA – Resta stabile la curva del Covid in Italia: nelle ultime 24 ore sono stati individuati 2.677 nuovi casi – dunque circa 400 in più rispetto a ieri – ma sono stati individuati con 99.742 tamponi, quasi 40mila in più rispetto ai 60.241 di domenica. Il totale dei guariti e dimessi sale invece a 234.099, con un incremento nelle ultime 24 ore di 1.418.

Chi arriva in Italia da Gran Bretagna, Olanda e Belgio dovrà sottoporsi al tampone obbligatorio. La misura, secondo quanto si apprende, dovrebbe essere contenuta nel nuovo Dpcm che il presidente del Consiglio Giuseppe Conte dovrebbe firmare domani. Ad oggi l’obbligo del test molecolare o antigenico con il tampone è previsto per chi arriva da Croazia, Grecia, Malta, Spagna, oltre che da Parigi e altre sette regioni della Francia.

Oms: c’è speranza per un vaccino entro l’anno
“C’è la speranza che entro la fine di quest’anno potremo avere un vaccino”, ha detto il direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus al termine di una riunione di due giorni del comitato esecutivo dell’organismo. Attualmente – ricorda la Bbc – ci sono circa 40 vaccini allo stadio di studi clinici, incluso uno sviluppato dall’Università di Oxford che è già in una fase avanzata di test. Ma il direttore dell’Oms non ha specificato quale vaccino potrebbe essere disponibile entro la fine dell’anno.