Controlli della polizia stradale, tredici patenti ritirate

Fermati oltre 200 conducenti di auto e motoveicoli

REGGIO EMILIA – La polizia stradale negli ultimi giorni ha effettuato mirati servizi lungo le maggiori arterie che attraversano la provincia di Reggio Emilia. L’obbiettivo degli agenti della Polstrada è stato quello di prevenire e contrastare il fenomeno della guida in stato di ebbrezza alcolica e sotto l’influenza degli stupefacenti.

I controlli, articolati con dispositivi complessi di più pattuglie della Sezione Polizia Stradale di Reggio Emilia e dei Distaccamenti di Guastalla e Castelnovo Monti, grazie all’utilizzo delle apparecchiature in dotazione, sono stati numerosi ed hanno permesso di sottoporre a prove specifiche oltre 200 conducenti di auto e motoveicoli. Il risultato dei controlli è stato di 13 patenti ritirate ed altrettanti conducenti segnalati per guida in stato di ebbrezza alcolica.

In particolare la pattuglia impegnata lungo l’autostrada, alle 8 della mattina circa, ha notato un conducente, un ragazzo di 22 anni, guidare in maniera incerta la propria utilitaria. Fermato in sicurezza veniva sottoposto alla prova dell’etilometro facendo risultare un tasso alcolemico al di sopra del limite imposto, che per i neo patentati è 0,0 g/l. Al giovane proveniente da Modena e diretto a Torino gli agenti operanti procedevano al ritiro immediato della partente di guida, consegnando il suo veicolo al padre di questi, giunto sul posto del controllo.

Poco prima, un’altra pattuglia, nell’affrontare una rotatoria in centro a Guastalla, ha notato alla propria destra un’autovettura Opel Astra ferma all’intersezione, venire tamponata da una Opel Corsa che la seguiva. Gli agenti dopo aver soccorso entrambe i rispettivi conducenti, notavano come il conducente della Opel Corsa, un ragazzo di 37 anni residente a Modena, avesse una spiccata alitosi alcolica, tale per cui veniva sottoposto alla prova dell’etilometro.

L’esito degli accertamenti permetteva di appurare un tasso ben al di sopra del limite previsto, così da causare sia il ritiro della patente di guida e sia le violazioni correlate alla responsabilità del sinistro stradale.

Qualche ora più tardi sulla via Emilia veniva fermata un’autovettura Dacia Duster condotta da un ragazzo di 34 anni residente a Parma, il quale da subito evidenziava una forte alitosi alcolica, tanto che alla prova dell’etilometro lo stesso faceva rilevare un tasso quasi 4 volte oltre il limite consentito. Al conducente veniva ritirata la patente di guida, la quale, per il tasso evidenziato, subirà una sospensione pari ad un anno, mentre il veicolo stante le attuali normative di legge, veniva sequestrato ai fini della confisca. I controlli continueranno con nei prossimi giorni e nell’ambito di diverse fasce orarie.