Carabinieri, al via l’operazione “cimiteri sicuri”

n occasione delle festività di Ognissanti e della commemorazione dei defunti i militari intensificano la vigilanza con un occhio al rispetto delle misure antivcovid

REGGIO EMILIA – Come ogni anno in concomitanza con la festività di Ognissanti e la Commemorazione dei defunti il comando provinciale dei carabinieri predisporrà l’intensificazione del controllo del territorio attraverso mirati servizi nei principali punti di aggregazione tra cui i cimiteri. Un’attività finalizzata a prevenire e contenere le manifestazioni di microcriminalità solitamente diffuse in concomitanza con tale festività quali borseggi nei cimiteri e furti sugli autoveicoli in sosta nei parcheggi del cimiteri del capoluogo e della provincia.

I controlli, alla luce dell’attuale stato pandemico, saranno estesi anche al rispetto delle misure anticovid dettate dal governo con particolare riferimento a eventuali assembramenti che potrebbe verificarsi e all’uso dei dispositivi di protezione individuale. Prevenzione a 360 gradi comunque in occasione di queste festività che vedrà i carabinieri operare anche sul fronte della sicurezza stradale nelle principali arterie viarie che conducono ai cimiteri.

L’intensificazione del controllo avuto riguardo ai cimiteri già attuata alla fine della scorsa settimana verrà particolarmente intensificata nei giorni 31 ottobre 1 e 2 novembre ovvero i giorni in cui si calcola il maggior afflusso di persone nei cimiteri del capoluogo e della provincia. Nei cimiteri cittadini ed in particolare in quelli di Via Fratelli Rosselli, quello suburbano di Via Gattaglio a Coviolo e quello Monumentale di Via Beretti dall’apertura alla chiusura anche i Carabinieri assicureranno la dovuta vigilanza di natura prettamente preventiva attraverso pattuglie appiedate che in colori d’Istituto cercheranno di garantire la giusta soglia di sicurezza ai visitatori.

Pattuglie a piedi che saranno affiancate anche dal personale in abiti civili e da le pattuglie automontate che effettueranno frequenti passaggi con soste nei cimiteri. Analogamente avverrà in provincia con i Carabinieri che assicureranno la dovuta vigilanza negli orari di apertura e chiusura dei cimiteri. Importante sarà anche il contributo che gli stessi cittadini vorranno dare per aumentare la soglia di sicurezza e prevenire la consumazione dei classici reati di microcriminalità che solitamente si verificano in tali periodi. I Carabinieri infatti raccomando e sensibilizzano i cittadini a:

– evitare di lasciare sulle auto in sosta borsette, valori e comunque tutto quanto possa essere di interesse ai ladri;

– evitare di sostare in luoghi affollati dove la ressa di gente potrebbe agevolare l’azione dei borseggiatori facendo attenzione in quel caso a tenersi en strette le borsette e i portafogli;

– segnalare al 112 ogni situazione o movimento sospetto in modo tale da garantire il tempestivo intervento dei Carabinieri.

I carabinieri assicureranno inoltre l’intensificazione della vigilanza presso la stazione ferroviaria, delle autocorriere e in tutte le zone che potrebbero essere maggiormente frequentate dai cittadini con il precipuo fine di contenere le fattispecie di reato strettamente correlate alla microcriminalità con “un occhio”, dato il periodo, al rispetto delle misure anticovid. Al riguardo gli stessi carabinieri consigliano di evitare che un momento di ricordo e di preghiera si trasformi in un’occasione di incontro tra visitatori, ne va della salute di tutti.