Angeli e Demoni, iniziata l’udienza preliminare del processo

Genitori con gli striscioni davanti al tribunale:

REGGIO EMILIA – Poco prima delle 10 e’ iniziata questa mattina nel Tribunale di Reggio Emilia l’udienza preliminare del processo nato da “Angeli e Demoni”, inchiesta sul presunto giro di affidi illeciti di minori in val D’Enza, nel reggiano. Gli imputati per cui la Procura di Reggio ha chiesto il rinvio a giudizio – nessuno dei quali e’ presente stamattina davanti al gup Dario De Luca – sono in tutto 24.

Tra questi, il sindaco del Comune di Bibbiano, Andrea Carletti, l’ex responsabile dei servizi sociali dell’Unione val d’Enza Federica Anghinolfi (ritenuta una delle figure chiave) e lo psicoterapeuta Claudio Foti. Oltre 100 i capi di imputazione, a vario titolo, contestati dal pm Valentina Salvi, che ha una lista di 155 testimoni. Sono 48 le persone offese che oggi potrebbero ufficialmente costituirsi nel processo per chiedere un risarcimento dei danni. L’udienza si svolge da prassi a porte chiuse.

Fuori dal tribunale ci sono una trentina di manifestanti, in particolare delegazioni di associazioni composte da genitori separati (un paio anche presunte vittime del sistema e probabili parti civili al processo) con striscioni e magliette. A portare il suo sostegno ai genitori anche la deputata reggiana della Lega Benedetta Fiorini.