Via Roma, nasce il museo di strada digitale

La storia del quartiere si scopre con lo smartphone, ma solo sul posto

REGGIO EMILIA – Ogni quartiere ha una storia, che non sempre puo’ essere raccontata in un un museo tradizionale ospitato tra quattro mura. In tempi di distanziamento fisico nel centro storico di Reggio Emilia hanno trovato una soluzione ottimale, a meta’ tra reale e digitale. In via Roma nasce infatti un museo di strada, accessibile da smartphone soltanto per chi si trova sul posto. Cuffie alle orecchie, i visitatori possono ripercorrere gli ultimi cento anni della via, dalla resistenza antifascista all’accoglienza dei migranti, accompagnati dalle voci dei cantautori reggiani Redeghieri e Max Collini.

Il percorso “Via Roma Zero”, in sostanza, punta a ricostruire l’identita’ storica del quartiere popolare ripercorrendone antichi mestieri, cambiamenti demografici ed esperienze di sostenibilita’. “In un’epoca in cui si trova tutto su internet, le storie di via Roma sono disponibili soltanto per chi vuole venire a conoscerla con i propri occhi”, spiega Marco Appiotti, uno degli autori del progetto. L’inaugurazione del museo e’ prevista il prossimo sabato alle 19.30. Le visite guidate (a cura della Compagnia Pietribiasi/Tedeschi) si svolgeranno alle 16.30, 18 e 18.30 su prenotazione (telefonare al 335-330948) È necessario essere muniti di smartphone e cuffie o auricolari.

Intanto, sempre in via Roma, partiranno mercoledi’ i lavori di rifacimento della piazza del “Popol giost” (popolo giusto) finanziati dal Comune per 13.800 euro. Dopo la rimozione nelle scorse settimane del bagno pubblico non piu’ funzionante, nello storico slargo oggi adibito a parcheggio verra’ rimossa e trasferita poco distante la “eco-station”. Inoltre la piazza sara’ pedonalizzata perche’, affacciandosi sull’ingresso secondario dell’Istituto Scaruffi, verra’ cosi’ utilizzata per fare entrare parte degli studenti evitando assembramenti.

La nuova piazza pedonalizzata sara’ arredata con panchine e sedute sostenibili e con nuove alberature e l’asfalto verra’ dipinto con cerchi colorati realizzati dagli stessi cittadini. In un momento successivo sono previste nuove rastrelliere sicure per le biciclette. “Si tratta di interventi attesi dagli abitanti di via Roma, organizzati in un comitato vivace e propositivo, che ha trovato diversi e interessanti terreni di collaborazione con l’Amministrazione comunale”, commenta l’assessore comunale alla Sostenibilita’ ambientale Carlotta Bonvicini. “Si tratta altresi’ di interventi di particolare importanza per l’istituto scolastico, i cui frequentatori sono a tutti gli effetti parte della comunita’ del quartiere”. Dopo “l’ascolto e la volonta’ di migliorare insieme un luogo quotidiano di vita- conclude l’assessore- passiamo ai fatti”.