Vende scarpe online: si ritrova il conto svuotato

I carabinieri di Carpineti hanno denunciato per truffa un 44enne di Venezia

REGGIO EMILIA – Ha pubblicato una inserzione sul web per vendere un paio di scarpe, ma, anziché ricevere i 50 euro pattuiti, si è ritrovato il conto svuotato di oltre 800 euro. E’ stato contattato da un sedicente acquirente che, oltre a mostrarsi molto interessato all’acquisto, si è detto disponibile ad effettuare immediatamente il pagamento. L’unica richiesta avanzata dall’acquirente è stata relativa al metodo di pagamento concordato con la modalità della ricarica del conto attraverso l’utilizzo del postamat.

L’operazione era infatti possibile solo attraverso l’inserimento di un codice fornito dall’acquirente. In contatto telefonico con l’acquirente la moglie della vittima, una 36enne di Carpineti, che era andata ad eseguire l’operazione, su indicazione del truffatore ha effettuato l’operazione, ma, anziché ritrovarsi accreditati i 50 euro, si è vista il conto alleggerito dei primi 250 euro. Tranquillizzata dall’interlocutore è stata invitata a ripetere l’operazione per aggiustare il tutto, cosa che è avvenuta altre tre volte, fino a trovarsi il conto svuotato di ben 830 euro. Le operazioni che via telefono gli aveva spiegato il truffatore avevano ricaricato la sua postepay di ben 830 euro .

A questo punto la donna non ha ricevuto più alcuna indicazione il falso acquirente ha chiuso la conversazione. Quando ha capito di essere rimasta vittima di un raggiro la 36enne si è rivolta ai carabinieri della stazione di Carpineti e ha sporto denuncia per truffa. I carabinieri hanno iniziato ad indagare e sono risaliti a un 44enne di Venezia, con a carico specifici precedenti di polizia, che è stato denunciato per truffa.