Trasporti, addetti anti-ressa a fermate bus

Da lunedì gel mani su mezzi, corse potenziate e steward a fermate

REGGIO EMILIA – Dispenser di disinfettante, corse potenziate con autobus gestiti da privati, e addetti presenti nelle principali fermate per evitare assembramenti. Sono alcune delle novita’ anticovid che Seta, l’azienda di trasporto pubblico che serve i bacini di Modena, Reggio Emilia e Piacenza, introduce da lunedi’ prossimo alla ripartenza dell’orario invernale del servizio.

Gli autobus, come autorizzato a livello ministeriale, potranno circolare con una capienza massima pari all’80% dei posti disponibili indicati nella carta di circolazione. Il numero di persone autorizzate a salire sara’ comunicato all’utenza in appositi avvisi esposti in corrispondenza delle porte di salite e discesa. Per salire a bordo resta obbligatorio indossare la mascherina. Oltre alla sanificazione dei mezzi e degli spazi aperti al pubblico con frequenza almeno giornaliera, Seta ha inoltre avviato l’installazione sugli autobus di dispenser di gel disinfettante per le mani.

E ancora: grazie alle risorse supplementari garantite dalla Regione, il servizio viene potenziato su tutte le principali direttrici extraurbane e su quelle urbane a maggiore frequentazione, anche mediante l’impiego di mezzi gestiti da operatori privati, abilitati a svolgere servizio di linea. “Tali mezzi – puntualizza Seta – non presentano la livrea aziendale ma sono autorizzati e saranno riconoscibili dalle tabelle o display riportanti il numero e la direzione della linea Seta (l’elenco completo degli orari e dei potenziamenti previsti e’ disponibile sul sito internet di Seta www.setaweb.it)”.

Novita’ anche sulle modalita’ di salita e discesa e sui biglietti. Sulla maggior parte dei bus, che sono stati dotati di paratia di separazione del posto guida, sara’ ripristinato l’accesso a bordo dalla porta anteriore e saranno riattivate anche le validatrici. Sugli altri mezzi, invece, rimane l’obbligo di convalidare manualmente i biglietti cartacei (scrivendo, a penna, linea, data e ora). La vendita di biglietti da parte degli autisti rimane sospesa e resta in vigore il divieto di avvicinarsi al conducente. Resta attiva, invece, la bigliettazione a bordo per mezzo delle macchinette automatiche.

Per i primi giorni del servizio invernale, poi, nelle principali fermate urbane ed extraurbane sara’ presente personale di Seta – oltre 70 unita’ nei tre bacini serviti – per informare i cittadini e promuovere la sicurezza. In tema di distanziamento viene segnalato che l’utilizzo dei sistemi di videosorveglianza di bordo gia’ installati su larga parte della flotta, consente gia’ ora alla centrale operativa di Seta (nel rispetto e con l’informativa data ai fini della normativa sulla privacy) una verifica visiva in tempo reale dei carichi e dei comportamenti a bordo, per attivare un pronto intervento ed effettuare segnalazioni alle forze dell’ordine in caso di eventuali emergenze.

Un sistema che si sta cercando di implementare. Infatti, in collaborazione con l’Universita’ di Modena e Reggio Emilia e’ partita la sperimentazione di un software che consentira’ di determinare il livello di riempimento del mezzo, incrociando le immagini delle telecamere a specifici algoritmi. L’inziativa e’ lanciata nell’ambito del progetto regionale “IoMiMuovo”.