Traffico di droga, un arresto a Campegine

I 37 indagati sul territorio nazionale sono ritenuti responsabili di aver fatto parte, a vario titolo, di un’associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti

CAMPEGINE (Reggio Emilia) – Un 22enne originario di Stigliano (Matera), ma residente a Campegine, Domenico Rigireto, è stato arrestato questa mattina nell’ambito di una maxi operazione antidroga. Insieme a lui sono state arrestate altre sette persone, 15 sono finite ai domiciliari e 14 sono state sottoposte all’obbligo di dimora.

Il sodalizio criminale individuato operava su diversi comuni delle province di Matera e Potenza. Nell’operazione sono stati impegnati oltre 100 carabinieri collaborati da unità cinofile con il supporto di un elicottero,a Matera, Potenza, Mantova, Reggio Emilia, Treviso e Milano.

I 37 indagati sono accusati di appartenere a un’associazione finalizzata al traffico illecito di sostanze stupefacenti. Gli inquirenti hanno acquisito gravi indizi di reato relativamente a un gruppo criminale guidato da Angelo Calvello, che operava principalmente nel materano, che sarebbe stato particolarmente attivo nel traffico degli stupefacenti.

Il gruppo sarebbe stato costituito da numerosi sodali (di cui molti armati) e una fitta rete di affiliati che controllava diverse piazze di spaccio su diversi comune della provincia di Matera e di Potenza in cui avrebbe esercitato, con modalità monopolistiche, lo spaccio imponendosi sul territorio e nel contesto criminale con forza e capacità di intimidazione, anche contrapponendosi, in virtù della propria forza militare, ade eventuali ingerenze di terzi gruppi criminali.

Nel corso delle indagini sono stati effettuati numerosi sequestri di cocaina, eroina, hascisc e di droghe sintetiche tipo metacetilmorfina.