S. Ilario, aggressione con coltello: due denunce

Due marocchini sono stati denunciati, per concorso in lesioni aggravate, minacce e porto abusivo di armi, dopo l'agguato del 21 agosto scorso a Calerno

Più informazioni su

S. ILARIO (Reggio Emilia) – Due marocchini sono stati denunciati, per concorso in lesioni aggravate, minacce e porto abusivo di armi, dopo la brutale aggressione con un coltello verificatasi il 21 agosto scorso a Calerno di S. Ilario ai danni di una ragazza e dei suoi due amici. I tre avevano riportato ferite guaribili in 20 e 7 giorni.

I due denunciati sono l’ex marito della donna, un 36enne marocchino e un suo connazionale coetaneo, entrambi domiciliati a Parma. Secondo la ricostruzione dei carabinieri verso le 7.30 del 21 agosto la 32enne di S. Ilario era alla guida della sua auto, con a bordo due suoi amici di 42 e 50 anni, che stava accompagnando alla fermata del bus dopo aver trascorso la notte con loro.

Quando la donna era arrivata era stata affiancata da un fuoristrada da cui era sceso l’ex marito armato di un coltello e il suo amico. I due avevano aperto lo sportello tirando fuori la donna che, minacciata di morte dall’ex marito, era stata colpita dai due con calci sull’addome. Violenze che poi si erano riversate anche sui due amici della donna che avevano cercato invano di intervenire in difesa dell’amica ed erano stati colpiti con il coltello fortunatamente di striscio: il 42enne al braccio e il 50enne alla testa.

Quindi la fuga con i tre che erano ricorsi alle cure mediche (20 i giorni di prognosi per la donna e 7 per i due suoi amici). Infine la denuncia ai carabinieri di Sant’Ilario che, ricostruiti i fatti e soprattutto identificati i due aggressori, li hanno denunciati per concorso in lesioni personali e minacce aggravate e porto abusivo di arma.

Più informazioni su