Picchia e perseguita la sua fidanzata: 38enne denunciato

Divieto di avvicinamento per un calabrese residente a Bagnolo accusato di atti persecutori e lesioni personali

BAGNOLO (Reggio Emilia) – Atti persecutori e violenze nei confronti della donna che frequentava, una 40enne di Bagnolo: denuncia e divieto di avvicinamento per un 38enne calabrese che è stato accusato di atti persecutori e lesioni personali.

Complice il lockdown, dall’aprile scorso l’uomo aveva iniziato un relazione sentimentale con la vicina sua dirimpettaia. Purtroppo, a causa della sua gelosia eccessiva, ha iniziato a farle delle telefonate per controllarla, a inviarle numerosi messaggi pieni di insulti e allusioni sessuali, a offenderla e a minacciarla, arrivando addirittura a sbatterla fuori dall’auto in corsa e ad abbandonarla in montagna durante un’escursione.

Non contento distruggeva anche oggetti della donna arrivando, durante gli scatti d’ira dovuti alla gelosia, ad essere violento picchiandola ripetutamente anche con oggetti contundenti, quali sedie di casa e scala da lavoro, dandole schiaffi e calci in tutte le parti del corpo cagionandole, nell’unica circostanza in cui la donna è ricorsa alle cure mediche, 10 giorni di prognosi per le lesioni riportate.