Inchiesta Billions, i sindacati: “Ora stretta su riciclaggio”

Cgil-Cisl-Uil: "Impressionante capacità di fare soldi senza scrupoli"

REGGIO EMILIA – Esprimendo “grande apprezzamento” per il successo dell’operazione “Billions” che ha smantellato una vasta organizzazione specializzata in frodi fiscali con base a Reggio Emilia, Cgil, Cisl e Uil dell’Emilia-Romagna, insieme ai sindacati confederali reggiani, rilanciano ora sulla necessita’ di maggiori controlli in materia di antiriclaggio.

“Purtroppo – affermano – siamo di fronte all’ennesima conferma che la criminalita’ organizzata, che sia di stampo ‘ndranghetista o meno, e’ ancora fortemente radicata nel nostro territorio, attraverso sofisticatissime capacita’ di frodare il fisco tramite un intricatissimo utilizzo di societa’ fasulle create ad hoc”.

A questo proposito, aggiungono i sindacati, “sono davvero impressionanti i capitali sottratti alla legalita’ e la capacita’ di ‘fare soldi’ da parte di questi criminali senza scrupoli che inquinano la nostra societa’, senza neppure un minimo di coscienza e decenza”. Basti pensare, viene ricordato, “che alcuni di loro, proprietari di beni di lusso, percepivano il reddito di cittadinanza”.

Inoltre “e’ da evidenziare come, e purtroppo e’ l’ennesima conferma, una parte malata dell’imprenditoria, anche con il concorso di professionisti, non ha scrupoli a rivolgersi alla criminalita’ organizzata, a discapito dei tantissimi imprenditori onesti del nostro territorio”. Senza contare, chiosano ancora le organizzazioni, che “siamo come sempre di fronte a minacce e soprusi nei confronti di lavoratrici e lavoratori, solo per il fatto di svolgere il proprio dovere, Come nel caso delle minacce al direttore di un ufficio postale a cui va tutta la nostra vicinanza e solidarieta’”.

Per Cgil, Cisl e Uil “la capacita’ di frodare somme cosi’ ingenti”, rende pero’ ora “improrogabile” una riflessione su come debba essere applicata la normativa antiriciclaggio e attuata l’attivita’ di vigilanza e controllo da parte del sistema bancario e di quello fiscale, in particolare “aggiornando e rafforzando gli strumenti a disposizione”. È “necessario – dicono i sindacati – contrastare con piu’ forza le piaghe inaccettabili del riciclaggio, dell’autoriciclaggio, della frode e dell’evasione fiscale, che in larga misura arricchiscono la criminalita’ organizzata, come da anni, purtroppo inascoltate, denunciano le organizzazioni sindacali”.

Ecco perche’ la legalita’ deve essere “un punto cardine del futuro ‘Patto per il Lavoro e per il Clima’ come gia’ richiesto alla Regione, attraverso un rafforzamento degli importanti strumenti esistenti”. A partire, concludono Cgil, Cisl e Uil, “dalla tutela dei diritti di lavoratrici e lavoratori, in quanto essi stessi sono garanzia di trasparenza e legalita’”.