Fabiana e Samantha, lo scatto su Vogue: quando il privato è politico

Un'immagine, quella della consigliera comunale Pd e della sua compagna, che, oltre a trasmettere dolcezza e serenità, è anche la netta rivendicazione, da parte del mondo Lgbt, del diritto alla genitorialità delle coppie gay

REGGIO EMILIA – Sono abbracciate in un campo. Lei è incinta e ha lo sguardo languido che si perde lontano, mentre la compagna tiene la testa dolcemente reclinata sulla sua spalla. Sotto, nel grembo, c’è il frutto del loro amore: è una bimba e si chiamerà Petra, come la città dei Nastri scavata nella roccia nel deserto della Giordania.

Lo scatto è della fotografa reggiana Greta Guidotti ed è finito su Vogue. La madre è Fabiana Montanari, consigliera comunale del Pd a Reggio Emilia, ex presidente di Arcigay Gioconda e attivista Lgbt. La compagna si chiama Samantha Campari. Le due donne hanno celebrato la loro unione civile tre anni fa in Sala del Tricolore e ora stanno per diventare genitori.

Quando il privato è politico, verrebbe da dire, come negli anni Settanta. Perché questa immagine, oltre a trasmettere dolcezza e serenità, è anche la netta rivendicazione da parte del mondo Lgbt, del diritto alla genitorialità nelle coppie gay. Diventa quasi un manifesto della causa Arcobaleno. E non è nemmeno un caso che questo scatto sia realizzato da una fotografa reggiana a Reggio Emilia che è una delle città più avanti, in Italia, nel riconoscimento di diritti delle coppie gay.

Dice Fabiana Montanari a Reggio Sera: “Abbiamo fatto diversi scatti nelle settimane scorse, principalmente fatte per noi come ricordo affettivo. Successivamente abbiamo deciso con la fotografa, Greta Guidotti, di pubblicarne una. Con la foto vogliamo trasmettere diversi messaggi tra cui la pluralità della genitorialità: nella nostra città ogni giorno nascono nuove famiglie lgbti e diverse di esse successivamente decidono di intraprendere un percorso di genitorialità. Queste nuove famiglie vivono la città, i bimbi frequentano gli asili, le scuole e le difficoltà di tutte le altre famiglie. La Provincia di Reggio Emilia ha saputo accogliere queste famiglie e farle sentire parte di una comunità ed è anche per questo che molte coppie lgbti si rivolgono alle associazioni, ai medici, per avere informazioni sui vari percorsi di genitorialità”.

Aggiunge Fabiana: “L’altro messaggio che vogliamo mandare è quello di speranza per le nuove generazioni. Nonostante le mille difficoltà per le persone lgbti nel diventare genitori e vivere la genitorialità in Italia, lo si può fare. Noi ci siamo riuscite e come noi diverse altre prima di noi”.

Scrive Greta Guidotti, la fotografa, condividendo lo scatto su Facebook: “La nascita è una guerra per la vita…Ma ci sono battaglie che a volte non conosciamo e che parlano di possibilità, di amore, di bellezza. Vi ringrazio amiche perché mi avete insegnato ad aprire uno sguardo verso l’altro e a capire cos’è l’ascolto. Sono sempre con voi, nelle vostre battaglie d’amore per la Vita”.

 

Montanari