Evade giovane ai domiciliari per violenza sessuale

Il 26enne era uscito per fare un giro con la sua fidanzata

CORREGGIO (Reggio Emilia) – Era agli arresti domiciliari a Correggio dal 3 agosto scorso, per il reato di violenza sessuale e quindi non poteva uscire di casa. Lui però, in barba alle prescrizioni cui era sottoposto, è uscito di casa con la fidanzata per alcune ore di svago, secondo i carabinieri e per andare in ospedale secondo familiari.

Peccato però che quest’ultima versione non è risultata aderente alla realtà, sia perché il diretto interessato non ha informato i carabinieri che stava uscendo per andare in ospedale, sia perché le verifiche fatte dai militari nei competenti nosocomi non hanno portato a rintracciare l’interessato.

Solo dopo due ora e mezza il 112 è stato informato dalla guardia medica del paese che fuori dalla porta c’era il giovane che i carabinieri stavano cercando che si era appena presentato con la fidanzata. Due ore e mezza di buco quindi che hanno comportato la denuncia del giovane. E così i carabinieri di Correggio hanno denunciato, con l’accusa di evasione, un 22enne abitante a Correggio. Il giovane era finito ai domiciliari il 3 agosto scorso dopo una violenza sessuale compiuta ai danni di una ragazza che stava accompagnando a casa al termine di una serata trascorsa con comuni amici.