Evade dai domiciliari, al rientro trova i carabinieri

Una 39enne foggiana, Maddalena Santoro, ai domiciliari per spaccio, è stata arrestata per evasione

REGGIO EMILIA – Una 39enne foggiana, Maddalena Santoro, ai domiciliari per spaccio, è stata arrestata per evasione dai carabinieri che, non trovandola a casa, hanno atteso il suo ritorno. E’ successo ieri verso le 13,30 quando un equipaggio della sezione radiomobile è andata al domicilio della 39enne per verificarne la presenza. Dopo aver ripetutamente suonato il citofono e il campanello della porta d’ingresso senza ricevere in entrambi casi risposta, i militari hanno contattato la proprietaria di casa che ospitava la detenuta.

La donna era fuori a pranzo con un amico e ha ipotizzato che forse l’amica stava dormendo. Ma non era così. I militari hanno quindi atteso sotto casa e hanno visto arrivare la 39enne. La donna era stata arrestata l’11 giugno scorso nell’ambito dell’indagine denominata “Fast Car” condotta dai carabinieri reggiani nei confronti di 17 persone appartenenti ad un gruppo stabilmente dedito alla commissione di reati concernenti lo spaccio ed il traffico di sostanze stupefacenti continuati in concorso nonche’ di detenzione illegale di armi da fuoco.

L’operazione Fast Car rivelo’ che il canale di rifornimento della cocaina era quella campano e lo stupefacente immesso sul mercato reggiano era proveniente dal quartiere Scampia di Napoli. Il giro di affari stimato era di circa 10.000 euro al giorno.