Coronavirus, nove casi in provincia di Reggio Emilia

In Emilia-Romagna si sono registrati 138 casi positivi di coronavirus in piu' rispetto a ieri

REGGIO EMILIA – Sono nove, di cui sette sintomatici, i casi di Coronavirus nella nostra provincia. Sono tutti in isolamento domiciliare: 5 sono contatti di focolai familiari, 2 sono casi sporadici, 1 è importato dalla Toscana e 1 è importato dall’Ucraina.

Passando al dato regionale, in Emilia-Romagna si sono registrati 138 casi positivi di coronavirus in piu’ rispetto a ieri, portando il totale dall’inizio dell’epidemia a quota 33.363. Dei nuovi casi, 66 sono asintomatici e sono stati individuati nell’ambito delle attivita’ di contact tracing e screening regionali. I tamponi effettuati ieri sono stati 9.911, per un totale di 1.019.818. A questi si aggiungono anche 2.026 test sierologici. I casi attivi, il numero di malati effettivi, a oggi sono 3.827 e dunque risultano 97 in piu’ di quelli registrati ieri. Si registra un decesso, nella provincia di Bologna: riguarda un uomo di 78 anni con precedenti patologie.

Le persone in isolamento a casa, quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 3.658 (86 in piu’ rispetto a ieri), il 95% dei casi attivi. I pazienti in terapia intensiva sono invece 17 (-1 rispetto a ieri) mentre i ricoverati negli altri reparti Covid 152 (+12). Dei 138 nuovi casi, 57 erano gia’ in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 54 sono stati individuati nell’ambito di focolai gia’ noti. Sono 29 i nuovi contagi collegati a rientri dall’estero, per i quali la Regione ha previsto due tamponi naso-faringei durante l’isolamento fiduciario se in arrivo da Paesi extra Schengen e un tampone se di rientro da Grecia, Spagna, Croazia e Malta. Il numero di casi di rientro da altre regioni e’ 12.

L’eta’ media dei nuovi positivi di oggi e’ 40 anni. Su 66 nuovi asintomatici, 31 sono stati individuati attraverso gli screening e i test introdotti dalla Regione, 2 tramite i test pre-ricovero, 32 grazie all’attivita’ di contact tracing mentre in un caso l’indagine epidemiologica e’ ancora in corso. Per quanto riguarda la situazione nel territorio, il maggior numero di casi si registra nelle province di Bologna (29), Ravenna (25), Modena (18), Rimini (12), Ferrara (12) e Parma (10).

In provincia di Bologna sono 29 i nuovi positivi, di cui 4 rientri dall’estero (Francia, Spagna, Romania e Ucraina), 4 da altre regioni (1 dalla Sicilia, 1 dalle Marche e 2 dalla Puglia), 10 contatti di focolai gia’ noti, 2 i casi seguiti a controlli in una Cra e 9 classificati come sporadici. A Ravenna e provincia, su 25 nuovi positivi, 6 sono rientri dall’estero (4 dall’Albania, 1 dall’Ucraina e 1 dalla Romania), 2 da altre regioni (1 dalla Sardegna e 1 dalla Puglia), 13 da tracciamento su casi gia’ noti e 4 individuati a seguito di attivita’ di screening.

Approfondendo il quadro nei territori, in provincia di Modena, su 18 nuovi positivi, 11 emersi grazie al tracciamento su casi noti collegati a focolai familiari, 3 sono rientri dall’estero (1 dall’Albania e 2 dall’Ucraina), 2 casi a seguito di attivita’ di screening e tampone e 2 casi sporadici. A Rimini e provincia, su 12 nuovi positivi, 3 sono rientri dall’estero (2 dall’Ucraina e 1 dalla Romania), 7 i casi rilevati a seguito di attivita’ di contact tracing e 2 classificati come sporadici. In provincia di Ferrara, su 12 nuovi positivi, 4 sono rientri dall’estero (2 dall’Albania, 1 dal Libano e 1 dalla Romania), 4 individuati in quanto contatti di casi gia’ noti e 4 a seguito di tampone in presenza di sintomi.

In provincia di Parma, su 10 nuovi positivi, 2 sono rientri dalla Romania, 2 da altre regioni (1 dalla Sardegna e 1 dalla Toscana), 2 i casi riconducibili a contatti relativi a focolai gia’ noti, 2 emersi a seguito di test pre-ricovero e 2 i casi classificati come sporadici. Le persone complessivamente guarite in Emilia-Romagna sono 25.067 (+40 rispetto a ieri): 12 sono “clinicamente guarite” e 25.055 sono quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti, perche’ risultate negative in due test consecutivi.