Comune, bilancio ancora in utile per Campus srl

Cantiere studentato al San Lazzaro previsto per il 2021

REGGIO EMILIA – Per il settimo anno consecutivo Campus Reggio srl, societa’ partecipata interamente dal Comune di Reggio Emilia, ha chiuso il bilancio in positivo, registrando nel 2019 un utile di poco piu’ di 10.000 euro. Il risultato e’ stato presentato in Consiglio comunale dove e’ stato approvato con i voti favorevoli della maggioranza e l’astensione del Movimento 5 stelle.

La societa’, costituita nel 2010, si occupa tra l’altro dell’attuazione del Programma di riqualificazione urbana (Pru) del complesso del San Lazzaro e in particolare del completamento del nuovo studentato per universitari nel padiglione Vittorio Marchi.

“Su Campus srl – dice l’assessore al Bilancio Daniele Marchi – misuriamo coi fatti il percorso di razionalizzazione delle nostre societa’ partecipate, avviato nella precedente consigliatura. In questo caso, la fusione per incorporazione di Mapre (deputata alla gestione del mercato ortofrutticolo, ndr) in Campus sta consentendo come previsto piu’ efficienza ed efficacia, che non significa solo risparmio di risorse, ma anche piu’ coerenza tra gli obiettivi dell’amministrazione e gli strumenti per attuarli”.

In questo senso, prosegue l’assessore, “oggi siamo nelle condizioni di poter immaginare e accompagnare, attraverso Campus, lo sviluppo di due aree strategiche per la citta’: quella del Campus universitario di San Lazzaro e quella dell’area Mapre. Non escludiamo allo stato attuale nemmeno ulteriori sinergie tra i diversi strumenti di trasformazione e rigenerazione urbana di cui il Comune si e’ dotato”.

Nell’ambito del piano del San Lazzaro, Campus e’ nello specifico impegnata attualmente nell’ampliamento e ultimazione (secondo stralcio) dello studentato. Sul piano economico-finanziario, la societa’ ha un debito residuo verso l’Azienda sanitaria-ospedaliera di Reggio Emilia per l’acquisto del padiglione, che ammonta ad oggi a 600.000 euro. E’ stato rispettato infatti il piano di rateizzazione concordato nel 2018, che prevede come rimanenti scadenze: 400.000 euro entro il 31 dicembre 2020 e 200.000 euro entro il 31 dicembre 2021.

Il progetto del secondo stralcio, inoltre, ha ricevuto l’anno scorso conferma di un finanziamento di 5,8 milioni da parte del ministero dell’Istruzione, su un valore complessivo pari a circa 8,8 milioni. Sono inoltre erogati in cofinanziamento 2,3 milioni dalla Regione e 500.000 euro dall’Universita’ degli studi di Modena e Reggio Emilia (Unimore). Ad oggi e’ stata ultimata la progettazione esecutiva dell’intervento e nel 2021 e’ previsto l’affidamento dei lavori di esecuzione. Sono previsti 75 nuovi posti letto, un Auditorium da 216 posti per convegni e lezioni, uno spazio ristoro e uno per il relax, una palestra, sale studio e riunioni e locali di servizio (guardaroba, magazzini e uffici per la gestione dell’immobile e dei suoi servizi). Oltre a uno spazio reception presidiato 24h e la sistemazione delle aree verdi esterne.