Zucchero e Sting: prima un gelato e una jam session, poi ospiti di Griminelli foto

L'artista di Roncocesi ha ospitato l'amico inglese nella sua tenuta di Pontremoli, poi insieme alle rispettive mogli sono andati ad assistere al concerto del flautista di Correggio. Pubblico in delirio e standing ovation

REGGIO EMILIA – Nelle ultime ore Zucchero “Sugar” Fornaciari da Roncocesi è stato tra i “vip” più citati nei social network e nei mass media tradizionali, dai Tg della Rai alle pagine degli spettacoli dei maggiori giornali nazionali. Non ha pubblicato nessun lavoro nuovo: semplicemente ha incontrato un paio di amici nella sua fattoria di Pontremoli, a poca distanza dal passo del Cerreto… Sting, ad esempio, con cui si è recato in piazza a mangiare un gelato e con cui ha improvvisato una jam session, “strimpellando” anche il brano “Fields of gold” in italiano.

I due poi si sono recati, in serata, nel Chiostro di Sant’Agostino a Pietrasanta (Lucca) per l’ultima serata di ‘Pietrasanta in Concerto’, rassegna internazionale di musica da camera diretta da Michael Guttman.
Sul palco un altro reggiano: Andrea Griminelli. Il flautista numero uno al mondo è grande amico di Sting e Zucchero, e ha suonato insieme alla violoncellista Jing Zhao, i pianisti Roberto Prosseda e Vanessa Benelli Mosell e il clarinettista Pierre Genisson, convocati tutti dallo stesso Guttman, protagonista anche sul palco con il suo violino.

La presenza tra il pubblico di Sugar e Sting – giunti a Pietrasanta per assistere al concerto insieme alle loro consorti su invito di Griminelli -, ha destato grande sorpresa, curiosità. La serata “glamour”  si è conclusa con lunghissimi applausi per gli artisti; i proventi del concerto, così come quelli di tutte le precedenti serate della rassegna, andranno in favore delle famiglie di Pietrasanta che si sono trovate in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria.