Tenta di rubare costoso hi-tech all’Ariosto, preso

Marocchino residente a Casalgrande tenta di sfuggire al vigilantes rompendo le confezioni di alcune componenti elettroniche e nascondendole negli abiti

REGGIO EMILIA –  Un marocchino di 56 anni residente a Casalgrande è stato preso mentre tentava di uscire dall’ipermercato “Ariosto”, in città, dopo aver rubato componenti elettronici hi-tech togliendoli dalle scatole dotate di sistemi anti-taccheggio.

Erano da poco passate le 16 quando il personale in servizio ha notato l’uomo che, con fare sospetto, si aggirava nel reparto elettronica. Decidendo quindi di porlo sotto osservazione, le guardie hanno proseguito in maniera discreta il loro servizio e ottenuto conferma ai loro sospetti:  l’uomo, dopo aver prelevato dagli scaffali due costosi articoli elettronici del valore di circa 100 euro, ne rompeva la confezione occultando abilmente il contenuto nel proprio marsupio e gettando gli incarti vuoti fra gli articoli esposti.

Visto che poi l’immigrato si stava dirigendo in maniera incontrovertibile verso l’uscita senza acquisti, i “vigilantes” si sono mossi, bloccandolo e ponendolo innanzi alle sue responsabilità. Poi è stato chiamato il numero di pronto intervento “112”;  una pattuglia radiomobile di Reggio è arrivata e ha preso in custodia l’uomo. Identificato, si è scoperto che è un soggetto non nuovo a simili condotte, con i numerosi precedenti per reati contro il patrimonio e gli stupefacenti.

E’ stata anche recuperata la refurtiva,  immediatamente restituita alla direzione del Centro commerciale, mentre il 56enne è stato accompagnato in caserma. E’ stato denunciato a piede libero per furto aggravato.