Si è spento Corrado Boni, oncologo ed ex primario al Santa Maria Nuova foto

Si è spento oggi al Core. Domani i funerali partendo dalla camera ardente dell’Arcispedale per la chiesa del Corpus Domini a Parma. Per oltre trent'anni contribuito in modo importante alla sanità reggiana

REGGIO EMILIA – Lutto a Reggio e a Parma per la scomparsa, oggi, dell’oncologo  Corrado Boni, ex primario al Santa Maria Nuova. Il medico si è spento a soli 70 anni al Core, il nuovo reparto di Onco-ematologia dell’ospedale dove tante vite lui aveva salvato e tanti pazienti aveva seguito. Proprio allo sviluppo dell’oncologia – sia in termini di promozione della prevenzione che costante innovazione nei sistemi di diagnosi e di cura dei tumori – ha dato tanto. Era diventato direttore del reparto di Oncologia nel 1991, poi nel ’98 era stato nominato dirigente di tutto il dipartimento di Oncologia-Radioterapia. Aveva insegnato come professore a contratto sia all’Università di Parma che a Modena, ed è stato a lungo componente della Commissione Oncologica Regionale Emilia Romagna. Era andato in pensione cinque anni fa, per dedicarsi finalmente a tempo pieno alla famiglia e alle sue passioni, tra cui la cucina.

Abitava a Parma e proprio lì si terrà la messa funebre. Il funerale avrà luogo domani (sabato 8)  alle ore 14, partendo dalla camera ardente dell’Arcispedale di Reggio per la chiesa del Corpus Domini a Parma, dove alle ore 15 si celebrerà il rito religioso. Lascia la moglie Natalia, i figli Andrea e Pietro, la sorella Ilaria con Alessandro. I familiari – ringraziando il dottor Pinto e il suo staff – chiedono a chi volesse ricordarlo di fare eventuali offerte proprio al Core.