Rubiera, vende escavatore on line ma è una truffa: denunciata

Un 65enne residente a Rubiera è stato truffato: ha comprato per 5.300 euro un escavatore che non gli è stato mai consegnato. Denunciata una 40enne residente a Brescia: si cerca il complice

RUBIERA (Reggio Emilia) – Ha pubblicato su un sito di annunci un’inserzione in cui metteva in vendita un escavatore a un prezzo di 5.300 euro. Un mezzo di movimentazione terra che serviva a un 65enne residente a Rubiera per motivi di lavoro. Dopo essersi accordati il 65enne reggiano ha versato un anticipo di 1.000 euro per bloccare la vendita del mezzo.

Poi, come convenuto con il venditore, l’acquirente ha effettuato nelle settimane a seguire altri quattro versamenti: due da 1.500 euro, uno da 1.000 e infine l’ultimo da 450 euro dove erano ricomprese anche le spese di trasporto dell’escavatore condivise a metà con il venditore. Versamenti effettuati sullo stesso Iban risultato intestato a una donna.

Tuttavia, quando l’acquirente ha effettuato l’ultimo versamento, il truffatore è sparito nel nulla lasciando con un pugno di mosche il 65enne. La vittima ha sporto denuncia ai carabinieri di Rubiera che sono risaliti a una 40enne residente a Brescia che ha intascato i soldi ricevuto dal 65enne. Le indagini ora proseguono per identificare l’uomo che ha materialmente compiuto la truffa la cui condotta, con la complicità della donna, potrebbe essere la punta di un iceberg di una vera e propria attività truffaldina che potrebbe averlo visto raggirare, con le stesse modalità, altre persone.

Intanto la 40enne residente a Brescia veniva denunciata dai carabinieri di Rubiera per truffa in cocorso.