Sorpreso a spacciare nel parco, aggredisce i carabinieri

Resistenza e lesioni a pubblico ufficiale l’accusa mossa a un 34enne nigeriano. Tre e 10 giorni la prognosi per i due militari feriti

REGGIO EMILIA –  Si trovava all’interno di un parco seduto su una panchina quando al transito di un equipaggio dei carabinieri,  che stava svolgendo un servizio di controllo, si è improvvisamente alzato e ha cercato di scappare in bici lasciando dietro di sé un sacchettino con 3 grammi di marijuana.

Raggiunto, per evitare di essere fermato ha iniziato a sgomitare e ha sferrato un pugno ad un militare, per poi proseguire la fuga fino a quando non è stato placcato da secondo carabiniere.  Per questi motivi – con l’accusa di resistenza e lesioni a pubblico ufficiale – i carabinieri del radiomobile hanno arrestato un 34enne nigeriano in Italia senza fissa dimora.

Il nigeriano è stato denunciato a piede libero. Invece il militare ferito –  ricorso alle cure mediche -, ha riportato una prognosi di 3 giorni per varie abrasioni mentre il commilitone intervenuto in suo aiuto ha riportato 10 giorni per un “trauma distrattivo all’adduttore” procuratosi durante l’inseguimento.

E’ avvenuto ieri sera poco prima delle 13 in via Mascagni nel parco “Le Querce Rosse”.