Seta, da lunedì rimborso abbonamenti inutilizzati

Ecco come attivare la procedura di rimborso per il periodo di stop legato al lockdown causato dalla pandemia Covid-19

REGGIO EMILIA – Da lunedì 10 agosto gli abbonati Seta potranno attivare la procedura di rimborso per il periodo di mancato utilizzo delle tessere, mensili o annuali, dovuto al lockdown causato dalla pandemia Covid-19. La procedura, attivata in relazione al Decreto Rilancio e sulla base delle indicazioni della Regione Emilia-Romagna fornite con la delibera del 20 luglio 2020, resterà disponibile fino al 30 novembre. Per tutti gli abbonamenti Seta caricati su tessera MiMuovo sarà possibile utilizzare una comoda procedura on-line disponibile all’indirizzo www.setaweb.it/voucher
Per i soli abbonamenti mensili sarà possibile richiederlo anche in biglietteria, previa compilazione di apposito modulo cartaceo (anch’esso disponibile dal 10 agosto).

E’ necessario che il periodo di mancato utilizzo del trasporto pubblico sia continuativo. Non è infatti ammesso il rimborso per periodi caratterizzati dall’occasionale utilizzo dei mezzi. L’entità del ristoro sarà calcolata in rapporto ai giorni di mancato utilizzo dell’abbonamento, sia mensile che annuale.

COME FUNZIONA LA PROCEDURA – Come stabilito nelle linee guida approvate dalla Giunta regionale nel rispetto delle disposizioni nazionali, avranno diritto al rimborso (per i giorni di mancato utilizzo) tramite voucher non cedibile, che potrà essere utilizzato entro un anno dalla sua emissione, gli abbonati mensili ed annuali di due precise categorie: studenti per il periodo 23 febbraio- 3 giugno 2020; lavoratori pendolari per il periodo 8 marzo-17 maggio 2020.

Per richiedere il voucher è necessario compilare il modulo disponibile on-line, nel quale ogni utente autocertificherà il periodo di mancato utilizzo, nei limiti del periodo di riferimento rimborsabile riportato per ciascuna categoria. Il voucher per mancato utilizzo può essere richiesto solamente in caso di chiusura delle scuole/università (nel caso di studenti), e della chiusura temporanea dell’azienda (per ottemperare a DPCM e Ordinanze regionali) in cui ogni utente lavoratore presta la propria attività.Solo gli studenti under 14, che dal prossimo settembre avranno in tutta la Regione l’abbonamento gratuito in quanto frequentanti la scuola primaria e secondaria di primo grado, possono, in alternativa al voucher, richiedere il rimborso in denaro. Una volta ottenuto il voucher dovranno inviare una mail all’indirizzo RimborsiCovid@setaweb.it.

Nessun rimborso è previsto per i biglietti di corsa semplice e i carnet (multi corsa) validi sui bus urbani ed extraurbani, in quanto per questi titoli di viaggio non è prevista una scadenza di utilizzo.

Regole particolari valgono per alcune tipologie di abbonamento (es.: abbonamenti mensili, annuali e annuali per studenti della tipologia “Mi muovo anche in città”; abbonamenti oggetto di accordi di mobility management; abbonamenti a tariffa agevolata, per convenzioni con aziende e convenzione UNIMORE). Nel caso in cui siano già stati ottenuti dei rimborsi sull’abbonamento (ad es. per agevolazione idrocarburi) il rimborso è calcolato sulla quota pagata dall’utente al netto dei rimborsi ricevuti.

Promozione – Se il voucher viene utilizzato per rinnovare l’abbonamento annuale con acquisto in biglietteria, il suo valore viene aumentato del 5%; se viene utilizzato per rinnovare l’abbonamento annuale ordinario con acquisto on-line il suo valore viene aumentato del 15%.

Per ulteriori informazioni è possibile scrivere all’indirizzo mail RimborsiCovid@setaweb.it oppure contattare il numero di informazioni telefoniche SETA: 840 000 216 (attivo dal lunedì al sabato dalle ore 09:00 alle ore 17:00).