Mancato rispetto norme Covid, laboratorio tessile chiuso per 5 giorni

Un artigiano 43enne di Novellara è stato anche denunciato per una serie di inosservanze agli obblighi imposti dalla legge sul rispetto delle norme di sicurezza e igiene sul posto di lavoro

NOVELLARA (Reggio Emilia) – I carabinieri del nucleo ispettorato del lavoro insieme al personale dell’ispettorato e ai colleghi della stazione di Novellara hanno effettuato una serie di controlli in alcune aziende della bassa reggiana riscontrando criticità in un laboratorio tessile di Novellara. Nei guai è finito il titolare un artigiano 43enne abitante a Novellara che è stato denuncito per una serie di inosservanze agli obblighi imposti dalla legge sul rispetto delle norme di sicurezza e igiene sul posto di lavoro, nonché sul mancato rispetto delle disposizioni circa il contenimento della diffusione del virus Covid19.

Oltre alla denuncia e alla contestazione di una serie di sanzioni con verbali per oltre 7.000 euro, il mancato rispetto delle norme Covid ha comportato anche la chiusura provvisoria per 5 giorni dell’azienda. Nel dettaglio i controlli hanno portato a verificare che le uscite di emergenza non erano sgombre tanto da impedirne l’utilizzo in caso di evenienza, che i luoghi di lavoro, gli impianti e i dispositivi non erano puliti così come i servizi igienici che si presentavano in condizioni di salubrità insoddisfacenti.

Inoltre l’impianto elettrico in diverse parti presentava situazioni di pericolo dovute a collegamenti precari di cavi elettrici con la collocazione di prese multiple ad albero. Situazioni queste che hanno fatto evidenziare le responsabilità dell’artigiano che in qualità di datore di lavoro è venuto meno ai suoi obblighi. Le note positive emerse all’atto del controllo hanno riguardato i dipendenti: i 4 operai presenti all’atto del controllo sono risultati essere tutti regolarmente assunti.