Espropri in via Paradisi, il comitato: “Quando l’assemblea pubblica?”

La Scillitani: "Non ci siamo dimenticati, settembre è vicino: urge un incontro sul progetto"

REGGIO EMILIA – A Reggio Emilia torna a farsi sentire il comitato di via Paradisi. Si tratta dei residenti di due condomini della zona stazione i cui immobili, nell’ambito di un piano da quasi 17 milioni varato dal Comune per la riqualificazione edilizia del quartiere con nuovi alloggi popolari, potrebbero essere espropriati. La portavoce dei cittadini, Laura Scillitani, torna quindi a chiedere a gran voce un confronto pubblico con l’amministrazione nella speranza di convincere l’ente a rivedere il progetto.

“Consci del fatto che l’estate e’ un periodo di poca presenza in citta’, abbiamo preso un momento di riflessione. Ma settembre bussa alle porte. E il comitato, e i cittadini, iniziano a chiedersi quando sara’ convocata l’assemblea pubblica nominata dagli amministratori”, scrive su Facebook Scillitani.

“No – puntualizza – in estate non ci siamo dimenticati, anzi e’ stato un pensiero fisso”. Dunque, conclude la cittadina, “vogliamo la partecipazione e vogliamo parlare del progetto che prevede che nuovi abitanti abiteranno le nuove case al posto dei proprietari e degli inquilini attuali, inclusi quelli che tengono alle loro abitazioni”.