Le rubriche di Reggiosera.it - Italia e mondo

Calano i contagi, sono 1.444 in Italia: un morto, record dei tamponi

I dati del ministero della Salute. I tamponi sfiorano quota 100mila

REGGIO EMILIA – I tamponi per la prima volta dall’inizio dell’epidemia si avvicinano a quota centomila, ma dopo tre giorni filati di crescita dei contagi c’è una lieve flessione e si registra una sola vittima in tutta Italia. Il dato da tenere d’occhio è quello delle terapie intensive, i cui pazienti aumentano per il secondo giorno consecutivo, ma su numeri al momento molto bassi. E così l’attenzione si concentra sui focolai sparsi in tutto il Paese, a partire dalla Sardegna andata in crisi con le vacanze e per la quale la Protezione civile sta pianificando un esodo con le navi dei positivi residenti in altre regioni.

In attesa del Big Bang temuto, ma indifferibile, della riapertura delle scuole nelle ultime 24 ore i nuovi contagi da coronavirus ieri in Italia sono stati 1.444 (contro i 1.462 dell’altro ieri). Una sola vittima si è invece registrata dopo le 9 di ieri. Nuovo record dei tamponi che sfiorano quota 100 mila (sono 99.108, circa 2 mila in più), secondo i dati del ministero della Salute. Nella sola Lombardia ne sono stati fatti oltre 18 mila. Dati che non tengono conto dei test rapidi, non inclusi dal ministero della Salute perché considerati meno sensibili dal punto di vista diagnostico.

I casi totali di Covid-19 ammontano ora a 266.853, le vittime a 35.473. Le persone attualmente positive sono 23.156 (+121). I guariti sono 208.224, ben 1.322 in più del giorno prima, un vero boom rispetto alla media del periodo. Ma i pazienti in terapia intensiva salgono di 5 unità fino a 79, il secondo giorno consecutivo di aumento dopo l’incremento di 7 di ieri. Si parla ancora solo dello 0,34% dei malati. I ricoverati con sintomi calano invece di 10 unità (1.168), aumentano di 126 i pazienti in isolamento domiciliare (21.909 il totale).

Anche ieri nessuna regione ha fatto registrare zero nuovi casi nelle ultime 24 ore. In testa per positivi trovati di nuovo la Lombardia con 289 (20% del totale), seguita dalla Campania (13%) con 188, dal Lazio con 171 (11%), a 151 il Veneto, Emilia Romagna a 149. La Toscana ne fa registrare 92, il Piemonte 90, la Sardegna 70, la Puglia 65. La media di contagi giornalieri in Italia resta ancora tra le più basse in Europa, mentre gli infetti aumentano molto più velocemente in altri grandi Paesi. La sottosegretaria alla Salute Sandra Zampa annuncia “un’interlocuzione avviata del ministro Speranza con il governo francese. Si sta valutando il tema della reciprocità – dice -, anche con la Spagna, cioè tamponi di controllo in andata e uscita. Credo che questa possa essere una scelta che tutela”.