Barista fa lavorare in nero un dipendente: multa da 4mila euro

Oltre alle sanzioni la donna è stata denunciata per aver installato un impianto videosorveglianza senza autorizzazione

REGGIO EMILIA – Barista faceva lavorare un lavoratore in nero: oltre alle sanzioni per circa 4.000 euro è stata denunciata per aver installato un impianto videosorveglianza senza autorizzazione. La scoperta è avvenuta ieri grazie ad un blitz condotto dai militari del nucleo carabinieri ispettorato del Lavoro e dal personale dello stesso Ispettorato del Lavoro, in un comune della bassa reggiana.

Quando sono entrati i militari hanno trovato l’unico dipendente che lavorava in nero. Inoltre nel bar c’era un impianto di videosorveglianza idoneo al controllo a distanza dei lavoratori senza la prescritta autorizzazione e quindi la titolare è stata denunciata. Alla barista sono state elevate ammende per circa 400 euro e sanzioni amministrative pari ad 3.600 euro.