Veicolo monstre della Fagioli da Legnano fino al Po foto

Lungo 76 metri e con decine di ruote, ha movimentato un pezzo di una centrale elettrica

SANT’ILARIO (Reggio Emilia) – La Fagioli di Sant’Ilario d’Enza è riuscita a movimentare un colossale generatore prodotto dalla Tamini di Legnano e destinato a una centrale elettrica dell’Armenia. Il mastodonte aveva dimensioni superiori al colosso utilizzato l’anno scorso dal medesimo operatore e finito sotto i riflettori per aver polverizzato il primato detenuto dal «bestione» utilizzato nel 2005 dalla stessa azienda per consegnare il Sottomarino Toti al Museo della Scienza di Milano.

Il convoglio aveva decine di ruote e dimensioni impressionanti: 76 metri di lunghezza, 5,20 metri di larghezza, 4,50 metri di altezza e 480 tonnellate di peso. Le misure dell’alimentatore, caricato a bordo di due rimorchi, hanno comportato l’impiego di una motrice anteriore e di una posteriore.
Il Trasporto Eccezionale s’è spostato sulla viabilità ordinaria da Legnano all’Innesto dell’A1 (Melegnano), ha percorso la A58-TEEM fino a Paullo ed è tornato su strada normale sino al porto fluviale d’imbarco sul Po, nel mantovano. Il bestione  della Fagioli, scortato da diverse staffette, ha percorso anche la galleria tra Dresano e Casalmaiocco, imboccato l’Uscita di Paullo e superato le barriere del casello. Il tutto senza danni.